Sabato a Palazzo del Duca Rovaldi presenta il suo 'Il Poeta delle porte sfondate'

Roberto Rovaldi 22/05/2014 - Presentazione “il Poeta delle porte sfondate” di Roberto Rovaldi, casa editrice pequod (An) – sabato 24 maggio ore 17.45 presso la Sala del Trono di piazza del Duca, Senigallia. Evento patrocinato dal comune di Senigallia. Relatrice Barbara Raponi. Interverrà l’assessore alla cultura Stefano Schiavoni.

“Il Poeta delle porte sfondate” è il terzo lavoro di Roberto Rovaldi. Dopo due libri dal taglio picaresco, il quarantasettenne autore marchigiano decide di aprire lo scrigno segreto della sua vita con un coraggio disarmante. Tra le pagine di questo nuovo libro, non troviamo più vecchi autobus che attraversano strade polverose. Questa volta il viaggio è molto più affascinante e pericoloso, vissuto sul crinale delle emozioni, alla ricerca della donna della sua vita. Scavando nel suo passato Rovaldi trova molto.

Così il ragazzo raccontato nella prima parte di questo libro si fa strada nel mondo con il solito disincanto già manifestato nei due precedenti lavori. Pagina dopo pagina viene fuori il lato più delicato dell’uomo Rovaldi, che fatica a rimanere lucido davanti alla donna dei suoi sogni. Sembrava impossibile per lui stesso fare tutto quello che ha raccontato nel proseguo di questo libro, ma l’amore è una forza dirompente, che demolisce ogni argine, che fa compiere azioni folli. Rovaldi le sviscera senza limitarsi, racconta di un inseguimento al cardiopalma momento dopo momento, superando la sua proverbiale timidezza, ben conscio di non essere affascinante come Brad Pitt, ma di saper dare tantissimo alla persona che decide di stargli al proprio fianco.

In questo caso la scelta non poteva che essere quanto mai sbagliata, ma Rovaldi non molla, si intestardisce a conquistare una donna impossibile e a redimere la sua vita fatta di errori attraverso una donna che non può essere veramente sua. Questo l’errore più lucido che Rovaldi ammette a se stesso attraverso questo lavoro intimo e “sudato”. Ma proprio grazie a questo tremendo errore, trova alla fine se stesso. “il Poeta delle porte sfondate” è un titolo dirompente e ci fa capire bene quanto Rovaldi crede nella forza delle parole.

Un libro da leggere come un romanzo di una vita, come una storia dove tutti noi possiamo ritrovarci, nostro malgrado. “Il poeta” Rovaldi ha il coraggio e la forza di raccontare se stesso, ma così facendo racconta la storia di ogni uomo perché ognuno di noi è così, temerario, stupido, burlone, innamorato, folle, ribelle, impegnato. Perché la vita è così.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2014 alle 15:53 sul giornale del 24 maggio 2014 - 711 letture

In questo articolo si parla di attualità, roberto rovaldi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4ES