Montemarciano: canoista rischia di annegare, salvato dai carabinieri e dal bagnino

salvataggio bagnino spiaggia 22/05/2014 - Intorno alle 17 di giovedì a Marina di Montemarciano, sul Lungomare all'altezza del civico 127/A, è stata segnalata la presenza in mare, nello specchio d’acqua antistante, di un canoista in pericolo. L'uomo, dopo essere caduto in acqua a causa del capovolgimento della canoa, a gesti, aveva attirato l’attenzione di alcuni avventori della spiaggia chiedendo aiuto.

Sul posto è subito intervenuta un'aliquota del Radiomobile. I militari si sono adoperati insieme ad un assistente di spiaggia del posto per salvare il canoista. I militari hanno raggiunto l'uomo a bordo di un pattino riuscendo a riportarlo a riva non senza difficoltà dal momento che il canoista continuava a dimenarsi per l'agitazione e per la bassa temperatura dell'acqua. L’uomo, in evidente stato di agitazione ed in ipotermia a causa del tempo trascorso in acqua, è stato subito massaggiato, asciugato e coperto con teli da mare forniti da alcuni bagnanti.

Il malcapitato, dopo aver ripreso calore e lucidità ha ricostruito l’episodio, raccontando di un probabile sopraggiunto malore. L'uomo è stato allora trasportato in ambulanza in ospedale per le cure del caso. Nel corso delle fasi di salvamento è arrivata anche una motovedetta della Guardia Costiera di Ancona che, a causa del basso fondale e della presenza di scogli, non è però riuscita a raggiungere il canoista.

Il canoista salvato dall'annegamento è F. G., residente ad Ancona, classe 1955. Durante le fasi di salvamento, uno dei militari ha riportato  il “trauma distrattivo del braccio sinistro.





Questo è un articolo pubblicato il 22-05-2014 alle 21:01 sul giornale del 23 maggio 2014 - 1140 letture

In questo articolo si parla di cronaca, montemarciano, giulia mancinelli, spiaggia, mare, bagnino, salvataggio, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/4Gx