Minaccia e aggredisce carabinieri e polizia: arrestato tunisino clandestino

Giovedì alle 6,30, i Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile hanno tratto in arresto per violenza o minaccia a Pubblico Ufficiale, resistenza a Pubblico Ufficiale, rifiuto d’indicazioni sulla propria identità personale in concorso, il tunisino Hassene Elmekni, classe 1983, in Italia senza fissa dimora, censito in Italia dalla Questura di Bari il 27 agosto 2012.

I militari operanti, alle ore 4 del mattino, a seguito di una specifica richiesta che segnalava un litigio tra clienti all'interno di un bar, mentre procedevano all’identificazione dei presenti, sono stati aggrediti, spintonati e minacciati dal tunisino che non solo si rifiutava di fornire indicazioni sulla propria identità, ma tentava, anche, di darsi alla fuga. Sul posto è intervenuta anche una volante del Commissariato di Polizia di Senigallia, che ha supportato i colleghi nell'arresto del tunisino.

L’autorità Giudiziaria, informata dell'accaduto, ha disposto l’arresta del tunisino che è stato processato per direttissima. Il Giudice ha convalidato l’arresto e condannato l’arrestato a quattro mesi di detenzione in carcere. Dunque, i Carabinieri hanno condotto l’uomo presso il carcere di Montacuto.





Questo è un articolo pubblicato il 15-05-2014 alle 14:24 sul giornale del 16 maggio 2014 - 1633 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/4dS





logoEV
logoEV