Lavori per il ripristino dei luoghi danneggiati: quasi completate le operazioni di sgombero delle strade

alluvione senigallia 15/05/2014 - Si continua a lavorare senza sosta per il ripristino dei luoghi danneggiati dalla drammatica alluvione dello scorso 3 maggio. Un’opera che continua a ritmo incalzante e con grande efficacia, portata avanti in maniera congiunta da soggetti istituzionali e dai tanti volontari che si sono mobilitati sin dalle prime ore.

Si sono quasi completate le operazioni di sgombero delle strade dal materiale ingombrante presente sulle strade e le ditte incaricate sono comunque al lavoro per le ultime situazioni ancora presenti. Presso il sito di stoccaggio allestito nel parcheggio del casello A14 è da ieri al lavoro una speciale macchina trinciatutto che sta operando sulle circa 4.000 tonnellate di rifiuti portati in discarica, in modo da ridurne al minimo i volumi.

Lo sgombero delle strade ha permesso, già dalla giornata di oggi, l'inizio delle operazioni di pulizia di parte della rete stradale della zona compresa tra via Mercantini e via Podesti, che proseguiranno anche nei prossimi giorni nelle altre zone colpite. A questo proposito si ricorda che fino alla serata di giovedì 15 maggio, resta in vigore l'ordinanza che inibisce la circolazione del traffico pesante (superiori alle 7,5 t) nel centro storico, decisa proprio per facilitare le operazioni di sgombero e di pulizia delle strade.

Per fornire preziose informazioni utili alla cittadinanza, rimarranno aperti fino a tutta la giornata di sabato 17 i tre gazebo che il Comune ha posizionato nelle zone maggiormente colpite: a Borgo Bicchia (area parcheggio sulla provinciale Arceviese di fronte alla frazione), a Borgo Molino (area antistante la Chiesa) e nella zona del Portone (area antistante la Chiesa), aperti dalle 8 alle 20.

Oltre alla semplificazione già prevista per le procedure di abilitazione alla manutenzione ordinaria degli immobili colpiti dall'alluvione, il Sindaco di Senigallia incontrerà nei prossimi giorni gli ordini professionali per richiedere di applicare la massima agevolazione possibile per le prestazioni professionali legate anche agli interventi di manutenzione straordinaria. Per quanto riguarda invece l'esenzione dal pagamento del servizio di refezione scolastica (buoni pasto), si precisa che ne hanno diritto coloro che risiedono in una delle zone interessate dall’alluvione o la cui attività produttiva/commerciale/professionale ha sede nella stessa zona e che hanno presentato il modulo di dichiarazione danni alla propria abitazione (compresi garage e altre pertinenze), alle auto o alla propria attività. I cittadini che si trovano nelle sopra indicate condizioni sono autorizzati sin da subito a non consegnare il buono pasto alla scuola: saranno poi gli uffici comunali a provvedere successivamente alla verifica della presenza delle condizioni di esenzione.

Si ricorda che per fornire un aiuto e supporto psicologico a coloro che vivono condizioni di disagio in conseguenza dello stress subito è al lavoro a Senigallia un'equipe di psicologi specializzati accreditati dalla Protezione Civile. Il servizio è gratuito ed aperto a tutta la popolazione - adulti, anziani e bambini – ed è in grado di dare assistenza e supporto a tutte le possibili reazioni emotive, fisiche e relazionali che possono essersi verificate a seguito dei fatti dello scorso 3 maggio. L'equipe di psicologi è a disposizione della cittadinanza ad orario continuato dalle 9,00 alle 19,00 presso il Centro Sociale Saline di viale dei Gerani al n. 071.7927260, presso l'unità di crisi allestita presso la Sede Comunale in Via Leopardi e nel pronto soccorso dell'ospedale.

La polizia municipale informa infine che, contrariamente a quanto diffuso attraverso alcuni siti web, non esistono moduli ufficiali per l'attestazione dell'avvenuta calamità naturale da dover fornire alle compagnie assicurative. La Polizia Municipale può fornire questa attestazione in carta libera, ma invita i cittadini che hanno subito danni alla propria autovettura a non recarsi agli sportelli senza aver verificato che il contratto con la propria compagnia preveda questa tipologia di copertura e che la compagnia stessa abbia la necessità di acquisirne specifica attestazione.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-05-2014 alle 16:09 sul giornale del 16 maggio 2014 - 1088 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, alluvione, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/4en


Sando Top

16 maggio, 20:17
Se non firmano lo stato di Calamita' Naturale domenica tutti astenuti alle Europee !!!!