Post alluvione, Mangialardi: 'Straordinaria forza di reazione della comunità'

maurizio mangialardi 13/05/2014 - Prosegue il lavoro incessante delle forze impegnate nel soccorso alle persone e nel ripristino dei luoghi danneggiati dalla drammatica alluvione dello scorso tre maggio.

Un’opera che continua a ritmo incessante e con grande efficacia, portata avanti in maniera congiunta da soggetti istituzionali e dai tanti volontari che si sono mobilitati.

Martedì l’attività di rimozione dei rifiuti dalle zone maggiormente colpite, Borgo Mulino, Borgo Bicchia, e la zona dell’ex P.R.G., è praticamente terminata, e ora siamo alle prese con la pulizia delle strade, operazione questa oggi un po’ disturbata dalla pioggia.

E’ ingiusto in questa occasione parlare di rimozione, perché mai come stavolta ad essere portati via assieme ai rifiuti sono stati oggetti cari, veri e propri pezzi di vita travolti dalla furia dell’acqua in quel maledetto sabato mattina.

Un’atmosfera quasi surreale quella che si respira nelle vie, con l’ordine esterno dei luoghi ai quali fa da contraltare il vuoto degli interni delle unità abitative danneggiate dal fiume.

Tuttavia sgomberare le vie era un passo avanti decisivo per il ritorno alla normalità, e per incentivare questo abbiamo creato in questi giorni un luogo di stoccaggio autorizzato dei rifiuti  nel parcheggio a fianco del casello autostradale, acquisendo anche la disponibilità di un mezzo tritarifiuti per aumentare la capacità di stoccaggio e rendere più produttivo il trasporto in discarica.

Tornare quanto prima alla normalità dei luoghi, pur con la morte nel cuore per le persone che non ci sono più e per coloro che hanno perso tanto e in alcuni casi tutto.

Questo era l’impegno che ci eravamo presi e che siamo riusciti a mantenere grazie alla straordinaria forza di reazione della città nel suo insieme.

Martedì abbiamo terminato la raccolta dei dati della ricognizione dei danni ed avremo così un quadro dettagliato della situazione.

Trasmetteremo subito i dati alla Regione affinchè possano rappresentare il presupposto fondamentale per l’adozione da parte del Governo nazionale del decreto d’emergenza con il relativo stanziamento delle risorse economiche.

Quanto a noi, continueremo a lavorare con lo stesso impegno e la stessa determinazione per una città che si sta giorno dopo giorno dimostrando capace di riprendersi e di risollevarsi.


da Maurizio Mangialardi
sindaco di Senigallia



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2014 alle 17:17 sul giornale del 14 maggio 2014 - 2355 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, sindaco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/36X


'Straordinaria forza di reazione della comunità'. i cittadini di senigallia sanno che non saranno aiutati da fondi nazionali o regionali quindi di necessità fanno virtù e si sono attrezzati autonomamente.

Simona Guerra

13 maggio, 21:42
Ma scusate, adesso ogni giorno il sindaco fa la stessa dichiarazione? Non l'ha già fatta nell'edizione di ieri quella in cui dice che siamo straordinari?

Per fortuna la comunità è meglio del comune.

Luigi Alberto Weiss

14 maggio, 10:30
La retorica non è mai mancata al sindaco. Un po' di sobrietà e realismo, please!




logoEV