Solidarietà e vicinanza alla popolazione alluvionata: ora anche da Milano e dal Brasile

10/05/2014 - Continuano le azioni di solidarietà e vicinanza alla città di Senigallia ed a quanti hanno subito danni per l'alluvione di sabato 3 maggio. Ora anche dal Brasile.

Dopo il sostegno dei tanti, tantissimi giovani, provenienti non solo dalla città ma anche dai Comuni limitrofi che dal giorno dell'alluvione non hanno mai smesso di aiutare a ripulire case e garage, attività e strade, e di portare indumenti e beni di primaria necessità ai bisognosi; il supporto dei volontari, della Croce Rossa, degli scout e delle associazioni scese in campo, a vario titolo, sia con pala e stivali sia con raccolte fondi; le iniziative sportive, ora il sostegno arriva anche da lontano.

Il gruppo autonomo 'Operativi al Massimo', nato spontaneamente a Milano e cresciuto sulla pagina omonima di facebook con partecipazioni anche dal Trentino Alto Adige e da altre regioni, è sceso in aiuto e supporto della popolazione senigalliese colpita dall'alluvione con pulmini ed auto carichi di scatoloni, oggetti, beni alimentari di prima necessità a lunga conservazione e prodotti per la pulizia.

Ma non solo. La solidarietà alla città di Senigallia arriva dal Brasile. In particolare dai ragazzi di Canavieiras dove l'associazione Il Giardino degli Angeli, con la collaborazione dell'istituto alberghiero Panzini, ha aperto una scuola di formazione alberghiera, una scuola materna ed un dopo scuola.

I bambini di Canavieiras, dove Luca Pagliari si trova per un reportage, hanno infatti esortato ed incitato Senigallia e la sua popolazione a resistere ed a trovare, nonostante le difficoltà ed i momenti di sconforto, la forza di reagire.

Messaggio apprezzato dalla città che, intanto, continua ad adoperarsi per rialzarsi e tornare lentamente alla normalità.







Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2014 alle 10:26 sul giornale del 12 maggio 2014 - 1496 letture

In questo articolo si parla di attualità, solidarietà, alluvione, senigallia, milano, brasile, Sudani Alice Scarpini, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3UF





logoEV