I 150 della Croce Rossa al fianco degli alluvionati senigalliesi

08/05/2014 - L’8 maggio 2014, Giornata Mondiale Croce Rossa Italiana, sarà a lungo ricordata dai Volontari del Comitato Locale di Senigallia per la frenetica attività che stanno svolgendo in favore della popolazione senigalliese, colpita dalla disastrosa alluvione di sabato 3 maggio.

Quello che è sempre stato vissuto dalle donne e uomini di CRI, come un momento di fratellanza con i colleghi e tra i popoli, ha assunto questa volta un carattere più localistico, ma non per questo meno importante. I nostri volontari, operando al fianco dei cittadini, son stati apprezzati per la disponibilità, l’impegno, per le capacità professionali, in applicazione del primo di quei Sette Principi che animano la vita stessa dell’associazione: L’UMANITA’.

E in questi giorni l’umanità s’è vista nei numerosi interventi sanitari di emergenza, nei soccorsi prestati da alcuni volontari, particolarmente specializzati, che hanno operato nella zona della “Penna”, nella distribuzione dei viveri, nell’attivazione del servizio Pronto-Farmaco, nel collaborare con i cittadini alluvionati a spalare fango e acqua melmosa per aiutarli a ritornare ad almeno una parvenza di normalità. Sono proprio i Grazie, i sorrisi, la cordialità della gente che ci aiuta a perseverare in questo impegno (che vede coinvolti circa 60 volontari al giorno) perché vogliamo che la CRI sia, come è sempre stata, nel cuore dei cittadini.







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2014 alle 18:54 sul giornale del 09 maggio 2014 - 933 letture

In questo articolo si parla di croce rossa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3OF