Copagri: 'La Confederazione si stringe attorno alle famiglie colpite dall'alluvione e che hanno perso i propri cari'

alluvione 07/05/2014 - La Confederazione Produttori Agricoli delle Marche è vicina agli agricoltori colpiti dall’alluvione dei giorni scorsi e si stringe attorno alle famiglie di Senigallia che hanno perso i propri cari a causa del maltempo.

La Copagri Marche ha prontamente allertato la propria struttura nazionale che si è subito attivata per far dichiarare lo stato di emergenza. Sono ingenti i danni procurati dall’alluvione che hanno interessato semine primaverili, prodotti orticoli, serre, strutture ed attrezzature aziendali. Il territorio si presenta ancora vulnerabile, suscettibile di nuovi dissesti. Serve così un cambio di marcia per una sicurezza del territorio in modo da non mettere più a repentaglio vite umane e non creare ulteriori danni all’economia locale.

Occorre legiferare in tal senso con interventi preventivi, ma soprattutto ridare in mano ai coltivatori la gestione del territorio ritornando al concetto di agricoltore giardiniere e custode del territorio. Serve una legittimazione forte dell’agricoltore come manutentore con regole che semplifichino la gestione del territorio.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2014 alle 16:33 sul giornale del 08 maggio 2014 - 499 letture

In questo articolo si parla di attualità, Copagri

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3H5





logoEV