Alluvione: definita la riapertura di alcune scuole

07/05/2014 - E’ stata un’altra notte di intenso lavoro a sostegno della popolazione colpita dall’alluvione di sabato 3 maggio. Costantemente impegnate le squadre di Vigili del Fuoco per il prosciugamento degli edifici e dei locali delle zone maggiormente colpite, mentre i tecnici dell’Enel e quelli comunali hanno lavorato per l’intera serata per riattivare l’energia elettrica e l’illuminazione pubblica nelle case e nelle strade della frazione di Borgo Bicchia.

Il difficile ripristino delle aree maggiormente colpite dall’alluvione prosegue quindi con un intenso sforzo operativo di tutte le Istituzioni coinvolte, della Protezione Civile e di tutte le Forze dell’Ordine. Per le operazioni di vigilanza e controllo, a partire dalla giornata di oggi gli agenti di Polizia Municipale saranno affiancati da altri nuclei provenienti dalle città di Torino, Pesaro e Montemarciano, mentre è prevista anche la presenza di un contingente di Polizia del Reparto Mobile. A partire da giovedì 8 maggio, è prevista la riapertura di tutte le scuole di competenza comunale (asili nido, scuole dell’infanzia, primarie e secondarie di primo grado), ad eccezione della scuola “G. Leopardi”, che rimarrà chiusa.

Le lezioni della scuola “San Gaudenzio” di Borgo Bicchia saranno temporaneamente ospitate presso la scuola “G. Pascoli” di via Oberdan. Soprattutto a causa delle difficili condizioni della viabilità e dell’ambiente circostante, rimarranno invece per il momento chiusi tutti gli Istituti superiori della città. Proseguono senza sosta anche le operazioni per il ritiro straordinario dei rifiuti che i cittadini hanno già accumulato davanti alle abitazioni colpite: si informa a questo proposito che, considerata la chiusura del Centro Ambiente di via Arceviese, il Centro Ambiente di S. Angelo ha esteso in queste giornate l'orario di apertura dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 12.00 e dalla 14.00 alle 17.00 e il sabato dalle 8.00 alle 12.00. I privati cittadini che sono nelle condizioni di trasportare materiale con mezzi propri potranno quindi conferire autonomamente i rifiuti ingombranti o quelli elettrici ed elettronici RAEE.

Ricordiamo che per facilitare la sosta dei veicoli privati rimossi dalle zone interessate dai lavori di pulizia, fino a nuova disposizione i parcheggi a pagamento del centro storico saranno gratuiti. Sono state nel frattempo definite le modalità per attivare una prima e sommaria ricognizione dei danni pubblici e privati alle attività produttive e commerciali e ai singoli cittadini. A partire da oggi è già possibile segnalare al Comune i danni subiti attraverso appositi moduli, disponibili e scaricabili dal sito del Comune, presso l’ufficio relazioni con il pubblico, nelle sedi comunali di Piazza Roma e di viale Leopardi e presso il Centro Operativo della protezione civile situato presso il campo sportivo delle Saline in viale dei Gerani.

Inoltre, per aiutare i cittadini nella compilazione dei moduli per la ricognizione dei danni, sono stati allestiti 3 gazebo nelle zone maggiormente colpite e un apposito sportello attivato presso la sede comunale di viale Leopardi, raggiungibile al numero 071.6629583 o alla mail dannialluvione@comune.senigallia.an.it Nella giornata di oggi sarà anche attivato un apposito conto corrente – di cui nelle prossime ore saranno forniti gli estremi - patrocinato dal Comune di Senigallia e gestito con la collaborazione della Caritas, dedicato alla raccolta delle contribuzioni dei tantissimi che in queste ore hanno manifestato la volontà di essere vicini ai cittadini colpiti dall’emergenza.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-05-2014 alle 11:59 sul giornale del 08 maggio 2014 - 7550 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, scuole

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/3Gi