Mangialardi a Grillo: 'Altro che sciacallaggio, Renzi ha mostrato attenzione'

06/05/2014 - "Quello che scrive Grillo a proposito della visita del Presidente del Consiglio Matteo Renzi a Senigallia il giorno dopo la tremenda alluvione che ha colpito la nostra città è ingiusto, sbagliato e del tutto fuori luogo".

Replica Maurizio Mangialardi, sindaco di Senigallia, la città in provincia di Ancona pesantemente colpita dall'alluvione, alle critiche mosse da Beppe Grillo a proposito della visita del presidente del Consiglio Matteo Renzi. Il leader del Movimento 5 Stelle aveve etichettato il premier come "lo sciacallo di Senigallia".

"Altro che sciacallaggio politico, quello del Presidente Renzi è stato al contrario un atto di attenzione e affettuosa vicinanza ad una comunità come la nostra prostrata da una tragedia che ha provocato delle vittime e che rischia di mettere in ginocchio l’ economia locale -dice Mangialardi- È stato un gesto simbolico importante che ci ha fatto sentire meno soli. Sono certo che il Presidente Renzi, a differenza di altri, tradurrà questa presenza anche in provvedimenti normativi concreti capaci di assicurare sostegno economico alla popolazione senigalliese colpita da una calamità così grave".





Questo è un articolo pubblicato il 06-05-2014 alle 21:47 sul giornale del 07 maggio 2014 - 3837 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio mangialardi, giulia mancinelli, matteo renzi, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3Fr


Ma quale attenzione? E' stato un gesto da campagna elettorale. Selfie, sorrisi, una giornalista che chiede all'assessore di farsi fotografare col presidente...pareva la festa dell'Unità in cui arriva l'ospite d'onore. E a precisa domanda "presidente è in grado di garantire soldi per i privati e per le aziende che hanno perso tutto?", la risposta non è stata "sì certo", ma è stata "vedremo, faremo un censimento etc."...andate a vedere i video su youreporter con gente come l'assessore Campanile sempre sorridente e a portata di videocamera, altri come l'assessore Volpini (che ama mostrarsi come antirenziano duro e puro) che invita i fotografi a immortalarlo col presidente sfoggiando il sorrisone a 32 denti "e adesso facciamone una tutti insieme con Renzi e il sindaco" arriva a dire al fotografo, come se si trovasse a un matrimonio. Tutti con i maglioncini puliti e i sorrisi delle grandi occasioni. Tutto fuori luogo, tutto immagine, tutto disumano e senza alcuna partecipazione. Renzi che arriva a dire "non fatemi vedere i giornalisti che sennò mi chiedono della Fiorentina" e i giornalisti che invece di offendersi fanno a gara per farsi fotografare con lui. E alla fine Renzi "veloci, veloci" rivolto agli scattatori di foto da matrimonio. Non vedeva l'ora di andarsene come succede, appunto, agli invitati a quei matrimoni maratona che non finiscono mai.
Alla stessa ora, nella stessa città si moriva, si spalava, ci si sporcava, si piangeva.
Al link qui sotto c'è un video, ma ne esistono altri anche peggiori che spero di mettere online nei prossimi giorni.

http://www.youreporter.it/video_Renzi_a_Senigallia_non_rinuncia_alle_foto_e_ai_selfie

renzo francesconi

07 maggio, 06:22
Ovviamente il Sindaco risponde in questo modo pensando al suo "futuro politico!"
Sono invece i cittadini che dovrebbero mettere il Sindaco (ed ex assessore ai lavori pubblici) di fronte alle sue responsabilita' per come ha gestito (e gestisce) il territorio da un decennio. (basta guardare certe foto sullo stato del fiume e dei rivoli prima dell'esondazione)
Forse (pero?) ai cittadini va bene cosi'.
renzo francesconi

1. Se i soldi sprecati dal signora prescons per venire a roma fossero stati usati, in passato, per pulire gli alvei dei fiumi probabilmente non sarebbe successo nulla;

2. Se il signor renzi fosse realmente interessato a senigallia sarebbe arrivato la sera prima dando assicurazione e conforto agli sfollati invece di andare alla partita di calcio;

3. Il disastro (malgrado l'osceno articolo di ceresoni stamattina sul corriere adriatico) era ampiamente prevedibile:

a) Tre anni fa (inizio marzo 2011) non c'è stata esondazione per trenta (30) centimetri, che indicazione poteva trarne l'amministrazione comunale da questo?

Evidentemente che, prima o poi, a causa della negligenza o incuria, l'esondazine si sarebbe verificata.

b) Nel 1991, nel 1996 si erano già verificati episodi simili al 2011 e soltanto, dal punto di vista pluviometrico, un po' meno importanti rispetto a quest'ultimo.

4. Ceresoni, ariete da sfondamento della giunta, ha scritto (cito a memoria non avendo sotto l'articolo):

"Le previsioni indicavano una precipitazione di 30-50 mm, non di 120-140 mm."

e ancora:

"Il misa ha esondato dove non si era mai verificato prima."

A parte le assurde affermazioni:

a) Se ti dicevano che avrebbe piovuto 120 mm che facevi?

b) Il misa non ha obbedito agli "esperti" del comune?

Se mangialardi e ceresoni si fossero fatti un giro per il misa, magari d'estate cosi si vede meglio, si renderebbero conto delle isole di terra, dell'alveo altissimo e altro.

E' evidente che mangialardi, per questioni esclusivamente politiche, si difende.

In altri paesi sarebbero già partite le denunce per disastro colposto, omicidio colposo, negligenza, attentato alla salute pubblica.

Ma siamo in italia.....

Caro sindado,
il "sono certo" è una sua opinione, e conta nulla mischiato col niente.

Si assuma le sue responsabilità.

La pulizia del misa sarebbe costato un centesimo (1/100) della complanare.

Egregio.

Il PD è ossessionato da Grillo e da tutti coloro che criticano Renzi. Per la cronaca, il 3 Maggio, mentre Senigallia stava per essere allagata, un consigliere di maggioranza, "un certo" Mario Fiore, postava per la 4 volta su Facebook una critica a Piero Pelù (ancora visibile) per le dichiarazioni che aveva fatto durante il concerto del 1 Maggio. Evidentemente non aveva cose più urgenti e importanti da fare. Evidentemente la difesa del CAPO (come avveniva e avviene per il pregiudicato Berlusconi) è più urgente di tante urgenze.

Vi scrivo poche parole come non sono abituato a fare perchè cerco di farmi capire, ma in questo caso non occorrono.
Questa è la mia esperienza di chi vive fuori Senigallia:
secondo la Protezione Civile alle 6.20 è partito l'ALLARME sperando che sia arrivato anche a Senigallia; alle 7.10 del mattino ho percorso la Corinaldese ed il fiume Nevola era arrivato a pochi metri dalla stessa; ho girato di lungo in largo Senigallia ed il fiume così come la città era di una TRANQUILLITA' spettrale (quando in teoria, se la segnalazione fosse stata presa a quell'ora, dovevano esserci tutta la Protezione civile, vigili ecc. in giro per avvertire la cittadinanza e prepararsi al peggio (per carità non si può prevedere dove arriverà, ma il livello del Nevola era al di sopra di ogni storica piena); alle 7.30 ho chiamato personalmente la Protezione Civile avvertendo della piena a monte.........perchè sui giornali leggo che solo alle 10 Senigallia è stata allertata quando già alle 9.20 l'acqua stava arrivando al casello autostradale ?
I nostri fiumi per fortuna non hanno pendenze importanti tali che non ti danno tempo di ragionare e lungo il suo percorso hanno occasione di esondare in più punti pertanto TI DANNO IL TEMPO, almeno per Senigallia, di prepararti in qualche maniera (limitando i danni al possibile per carità). Perchè questa FORTUNA non l'abbiamo sfruttata ?
Questa mia considerazione spero sia presa da chi ha l'obbligo di sorvegliare, in primis la Protezione Civile perchè per me il termine Protezione vuol dire "Proteggere" e quindi fare il possibile prima che subisca.....altrimenti dovremmo chiamarla "Soccorso Civile", parola usata quando il danno è fatto.
Parlo con rispetto comunque di queste persone che si prodigano ma se si usasse un pò più logica probabilmente avrebbero meno da fare dopo (che è peggio) nel fare i soccorritori.

Tanto dovevo

paolofiore

Condivido appieno i vostri commenti e personalmente il fastidio di vedere i nostri Politici farsi le foto con Renzi con tanto di sorriso come se fosse intervenuto al Summer Jamboree. Non critico la presenza di Renzi che ci sta ma il modo in cui è stata condotta questa visita di quello che si è fatto e detto.
Nel nostro Comune abbiamo sempre chiesto di pulire gli alvei ma quando dalla Provincia ti senti rispondere che non riescono neanche a sistemare la Corinaldese........ti cadono le braccia e allora l'unica cosa che si è potuto fare è dare la possibilità ai cittadini di prendersi la legna gratuitamente che giace nei pressi del fiume ...aiutati che Dio ti aiuta.
Io personalmente pago le tasse fino all'ultimo centesimo e pago il bollo della mia auto come gran parte di voi e mi chiedo: questi soldi se non vanno in gran parte nelle opere vuol dire che paghiamo SOLO per gli stipendi (quindi mantenere) la macchina statale.....c'è qualcosa che non funziona.
Se un'azienda, parlo da piccolo imprenditore, non ha soldi per fare innovazione ed investimenti il titolare non ha soldi neanche per se stesso; perchè non deve essere anche per chi lavora PER NOI ?
Una cosa simile ha provato a dirla la sedicenne in maniera timida e commossa al Presidente del Consiglio; i nostri giovani vedono questo.

paolofiore

se non veniva a fare visita a senigallia tutti contro, è venuto e allora tutti contro lo stesso!
i problemi come molti hanno evidenziato sono ben altri, e sono l'incuria, la mancanza di una seria prevenzione del rischio alluvione e di manutenzione del fiume!

Monsieur Dumas,
temo nessuno avrebbe sentito la mancanza del prescons se non fosse passato.

Comunque tutti i commenti sono stati rivolti al sindaco e non ai commentatori, come vorrebbe la logica.

Replicare ai commentatori potrebbe rivelarsi dispersivo e triviale.

Il prescons fa parte dello stesso partito del sindaco, della giunta provinciale e della giunta regionale (essi governano ininterrottamente da quarant'anni).

Non le sembra, dunque, forse un po' ipocrita la visita la domenica mattina?

Se c'avesse tenuto, come scritto sopra, poteva fare un salto sabato sera (magari in treno)....

Questo sarebbe stato parzialmente encomiabile (rimarrebbe la questione del partito...).

Fine, e mi scuso per la violazione della policy.




logoEV