Mangialardi: 'Non arriveremo alla stagione turistica con una ferita ancora aperta'

04/05/2014 - "Sono onorato per questa visita così tempestiva del Presidente del Consiglio Renzi. Una visita a contatto con il dolore della nostra terra e della nostra gente colpita duramente da un evento così drammatico. Un pensiero particolare di cordoglio va ai famigliari delle due vittime di questa terribile calamità".

E' iniziato così l'intervento del sindaco Maurizio Mangialardi durante l'incontro con il premier Matteo Renzi. "Stiamo gestendo l'emergenza nella maniera migliore grazie all'impegno di tutte le istituzioni e al coordinamento della Protezione Civile, alla mobilitazione dei sindaci, alla generosità e all'impegno dei tantissimi volontari impegnati ad assicurare aiuti alla popolazione colpita. Siamo certi che in virtù di questo straordinario impegno ce la faremo anche stavolta e riusciremo a restituire la bellezza del nostro territorio. Tuttavia -ha aggiunto Mangialardi- abbiamo bisogno di prospettive per il futuro perchè Senigallia non può essere lasciata sola. Non possiamo rischiare di arrivare all'imminente avvio della stagione turistica con la ferita ancora aperta. Per questo la presenza di Matteo Renzi è importante e rappresenta un segnale rilevante proprio in funzione di quella prospettiva futura di cui la città e l'intera Regione ha bisogno dal momento che la nostra città rappresenta la prima realtà turistica delle Marche".







Questo è un articolo pubblicato il 04-05-2014 alle 18:57 sul giornale del 05 maggio 2014 - 1802 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, alluvione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/3vu





logoEV