Lacrime di Smalto: visitatori importanti alla mostra sulle maiolicate del '400

30/04/2014 - Ad appena quindici giorni dall’apertura della mostra “Lacrime di smalto” dedicata alle plastiche maiolicate del Quattrocento nelle Marche visitabile alla Rocca Roveresca fino al 31 agosto 2014, l'evento culturale, tra gli altri, dell’estate 2014 a Senigallia ha già fatto registrare un costante afflusso di turisti ed appassionati dell'arte ceramica.

Ma non solo. Richiamati dalla particolarità delle opere d'arte riunite per l'occasione, la mostra è stata apprezzata anche da illustri visitatori come Marino Marini del Museo Nazionale del Bargello presente all'inaugurazione. Sabato 26 "lacrime di smalto" è stata visitata da un nutrito gruppo di studiosi francesi guidati dal Professor Thierry Crepin-Leblond che ha avuto modo di ammirare la mostra e le bellezze storico-artistiche di Senigallia. “In Francia la Regione Marche è ancora poco nota e sinceramente non avrei mai pensato di visitare Senigallia se non fossi stato invitato personalmente dal curatore della mostra Claudio Paolinelli con il quale ho avuto modo di collaborare per gli studi sulla maiolica rinascimentale di Urbino" ha detto il Prof. Thierry Crepin-Leblond direttore del castello di Ecouen sede del Museo del Rinascimento, già direttore del Castello di Blois e noto per la sua monografia sulla Cattedrale di Notre Dame a Parigi e gli studi su Mary Stuart.

"Ma con grande piacere posso affermare che aver inserito Senigallia nel tour italiano degli Amici del Castello di Ecouen è stata una vera e propria scoperta.” ha proseguito il professore “La mostra con il suo suggestivo allestimento e la preziosità delle rare opere esposte è da considerarsi di rilievo internazionale e sicuramente verrà promossa e ancor meglio apprezzata grazie al bel catalogo bilingue. Inoltre il contesto architettonico in cui la mostra trova sede è di sicuro richiamo, specie per chi da anni come me dirige e promuove i castelli di Francia. La fortezza roveresca non ha eguali per possenza ed eleganza. Infine non mi sarei mai aspettato di ammirare un capolavoro come la Chiesa della Croce con la sua Deposizione del Barocci”. La visita della delegazione francese ha sicuramente contribuito a promuovere Senigallia e il suo territorio e a rafforzare il legame con la Francia tanto che il professore già sta pensando ad altri tour nei prossimi anni. A concludere la serie di visite illustri alla mostra curata da Claudio Paolinelli è stato il professor Alfredo Bellandi dell’Università di Perugia, noto storico della scultura rinascimentale che domenica 27 ha ammirato i rarissimi capolavori ceramici provenienti da Pesaro, Ancona, Fermo, Ostra Vetere, Faenza, Mondolfo e da diverse collezioni private. La mostra "Lacrime di smalto. Plastiche maiolicate tra Marche e Romagna nell'età del Rinascimento" sarà visitabile alla Rocca Roveresca fino al 31 agosto 2014 tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 19.30 (ultimo ingresso ore 19.00).

La mostra dunque sarà aperta anche il 1 maggio e ricordiamo che all'interno è allestito un fornito bookshop a cura della cooperativa XI Ora dove si possono trovare suggestivi gadget e cataloghi tematici. La mostra "Lacrime di smalto. Plastiche maiolicate tra Marche e Romagna nell'età del Rinascimento" è organizzata dal Comune di Senigallia, Diocesi, Soprintendenza per i Beni Storici, Artistici ed Etnoantropologici delle Marche, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici delle Marche, la Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici. Partner della mostra: Fiorini Looks Beyond, Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza, Musei Civici Pesaro, Museo Diocesano di Ancona.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2014 alle 11:00 sul giornale del 02 maggio 2014 - 942 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3iN