Il Coordinamento Civico chiede la commissione affari istituzionali

Roberto Paradisi 30/04/2014 - Le parole del sindaco, pronunciate nel corso dell'ultimo consiglio comunale, hanno smentito seccamente gli impegni assunti sulla valorizzazione del turismo plein air dall'assessore Ceresoni e da tutti i consiglieri comunali di maggioranza e opposizione.

 A fronte dell'impegno unanime - a seguito dell'ordine del giorno presentato dal Coordinamento Civico per la realizzazione di due aree verdi attrezzate per il plein air - il sindaco ha di fatto congelato il progetto turistico. Venga subito in commissione a chiarire la situazione l'assessore sconfessato.

Io sottoscritto Roberto Paradisi, consigliere comunale,

PREMESSO CHE
Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità lo scorso anno l’ordine del giorno relativo alla valorizzazione del turismo plein air impegnando l’Amministrazione Comunale a realizzare almeno due ampie aree attrezzate che possano essere particolarmente attrattive per i camperisti.
Nel documento approvato SENZA RISERVA ALCUNA dal Consiglio Comunale si affermava a chiare lettere che l’unica attuale area camper (peraltro non alberata e priva di servizi igienici) era ed è del tutto inidonea e insufficiente e che pertanto andrebbe riconvertita a parcheggio auto anche per servire meglio la zona sud del lungomare;
A seguito dell’approvazione dell’ordine del giorno, si è più volte riunita la Commissione Turismo, anche alla presenza dell’assessore Ceresoni, in cui – non senza difficoltà – unanimemente sono state individuate due aree da destinare ad aree attrezzate plein air con l’onere assunto dall’assessore Ceresoni di tenere informati i consiglieri comunali dei successivi sviluppi e con l’ampia assicurazione che si sarebbe speditamente proceduto all’iter di destinazione urbanistica, progettazione ed esecuzione dei lavori, procedimento relativo all’eventuale assegnazione a terzi della gestione;

OSSERVATO CHE

Da una parte, la Giunta Comunale, smentendo quella affermazione e quell’impegno assunto (con voto unanime del Consiglio Comunale) ha addirittura stabilito di far pagare la sosta alle autocaravan, con un prezzo peraltro del tutto sproporzionato – 10 euro - per usufruire di detto inidoneo spazio. Dall’altra, non sembra aver fatto progresso alcuno nel percorso di realizzazione delle nuove aree camper; Il sindaco Mangialardi, interrogato sul punto nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, dopo aver di fatto smentito tutti gli impegni assunti dall’assessore Ceresoni, ha precisato che non vi sono fondi per procedere alla progettazione/realizzazione delle aree e che il progetto deve intendersi sostanzialmente rimandato così sconfessando il lavoro di tutti i consiglieri comunali, di maggioranza e opposizione, nonché dell’assessore Ceresoni;

Premesso tutto ciò

Il sottoscritto consigliere comunale chiede, ai sensi degli artt. 25 e 26 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale e delle Commissioni Consiliari, la convocazione della Commissione Turismo, anche alla presenza dell’assessore Ceresoni e del sindaco se lo riterrà necessario, affinché venga immediatamente chiarita la situazione e vengano chiarite le parole pronunciate dal Sindaco in consiglio comunale.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2014 alle 18:24 sul giornale del 02 maggio 2014 - 504 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, politica, coordinamente civico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/3kE





logoEV