Corinaldo: mercoledì i funerali di Giacomo Tomassetti

1' di lettura 11/02/2014 - Saranno celebrato mercoledì alle 15 nella chiesa di San Francesco i funerali di Giacomo Tomassetti, il 40enne di Corinaldo, trovato morto nel suo letto dal padre lunedì scorso.

Martedì mattina è arrivato il nulla osta da parte dell'autorità giudiziaria per le esequie. Sempre ieri intanto l'esame autoptico, eseguito dal medico legale Adriano Tagliabracci, ha escluso, quale causa del decesso quella inizialmente ipotizzata dagli inquirenti e riconducibile ad una overdose da stupefacenti.

L'arresto cardiocircolatorio che ha stroncato la vita di Giacomo è dovuto dunque a cause naturali. Il patologo legale si è riservato di depositare la perizia entro 60 giorni dalla data di affidamento dell’incarico.






Questo è un articolo pubblicato il 11-02-2014 alle 19:10 sul giornale del 12 febbraio 2014 - 6045 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/YmQ


Carlo Tomassetti

12 febbraio, 07:08
Buon giorno sig.ra Mancinelli,
Sono Carlo Tomassetti fratello di Giacomo, non posso fare a meno di criticarLa per il Suo articolo di ieri che ha comunque sparso un onta sbagliata su mio fratello e tutta la vicenda, se vorrà, la contattero' nei prossimi giorni.

Carlo Tomassetti

serenella

12 febbraio, 08:20
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Giusto per fare chiarezza una volta per tutte... Con il sig. Carlo, cui rinnovo le condoglienze di Vivere Senigallia, ci eravamo sentiti telefonicamente già lunedì e mi pareva ci fossimo chiariti..poi ora vedo che invece si torna a discutere di una situazione che avevo già spiegato in privato. Ora rendo pubblica la nostra telefonata. Ho spiegato al sig. Carlo che l'articolo è frutto, nè più nè meno, di un comunicato stampa ufficiale delle forze dell'ordine dove c'era un passaggio in cui si IPOTIZZAVA una presunta causa dell'arresto cardio-circolatorio. Questa ipotesti è stata riportata da tutte le testate giornalistiche, alcune delle quali hanno anche calcato la mano con titoli e sottotitoli. Io ho spiegato a Carlo che abbiamo semplicemente pubblicato il comunicato ufficiale così come oggi abbiamo pubblicato il secondo comunicato dove si esclude la prima ipotesi avanzate dagli inquirenti. Torno a ripetere che siamo sempre e comunque aperti a chiarimenti e confronti ma solo se i toni del confronto sono nel rispetto della parti. Se l'articolo ha avuto un passaggio non gradito, prima di offendere e denigrare gratuitamente, sarebbe stato meglio rivolgersi agli inquirenti e chiedere il perchè di un tale contenuto.
Grazie per l'attenzione, rispettando il momento particolare che la famiglia sta attraversando, in questa sede non presteremo il fianco ad ulteriori attacchi offensivi e ineducati nei confronti di tutta la redazione di Vivere Senigallia.
Giulia Mancinelli

Nella speranza che il chiarimento tra voi sia servito, adesso credo sia più importante il giusto silenzio per rispetto alla persona e a quanto gli è accaduto.




logoEV