Giornata del malato, in Cattedrale la Celebrazione Eucaristica e l’Unzione degli Infermi

1' di lettura Senigallia 08/02/2014 - Un semplice versetto che ci richiama immediatamente al senso più profondo di ogni vita il “dare la vita”. Chiede di metterci acconto all’altro senza pretese, consapevoli che non siamo noi a salvare. In ogni situazione e specialmente in quelle di maggiore fragilità, dovremmo essere un piccolo segno di condivisione.

“La Chiesa riconosce in voi, cari ammalati una speciale presenza di Cristo sofferente. E’ così: accanto, anzi dentro la nostra sofferenza c’è quella di Gesù, che ne porta insieme a noi il peso e ne rivela il senso”. Quando il Figlio di Dio è salito sulla croce ha distrutto la solitudine della sofferenza e ne ha illuminato l’oscurità”. Sono le parole contenute nel messaggio di Papa Francesco sul tema “Fede e Carità” ad ispirare la XXII Giornata Mondiale del Malato.

In questa occasione, l’Unitalsi, come tradizione, insieme all’Avulss , alla Pastorale della Salute della Diocesi di Senigallia si ritrova Martedì 11 febbraio 2014 alle ore 15,30 presso la Cattedrale di Senigallia per la Celebrazione Eucaristica presieduta da S.E.R. Mons. Giuseppe Orlandoni durante la celebrazione si potrà ricevere l’Unzione degli Infermi. Alla fine della celebrazione si vivrà un momento emozionante con il flambeaux.

Questa ricorrenza non rappresenti solamente una giornata di preghiera condivisa con gli ammalati, ma sia l’occasione per riflettere sulle realtà sociali del nostro Paese, quelle in particolare dei nostri amici in difficoltà, in continua emergenza e a cui l’Unitalsi e tante altre associazioni stanno provvedendo da sole e oramai da troppo tempo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-02-2014 alle 16:35 sul giornale del 10 febbraio 2014 - 958 letture

In questo articolo si parla di attualità, unitalsi, senigallia, giornata del malato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Yca