Tentato scippo della collanina a due senigalliesi, vittime nel mirino di tre rom

Furto collana 1' di lettura Senigallia 05/02/2014 - Due donne senigalliesi vittime, in occasioni distinte avvenute nel pomeriggio di mercoledì, di un tentato scippo di una collana.

Attorno alle 16 infatti i carabinieri della locale Compagnia sono intervenuti, su richiesta telefonica alla Centrale Operativa, in via Vico dove era stata segnalata una Mercedes con a bordo tre persone (due uomini ed una donna di etnia Rom) intendi ad aggredire una donna in transito a piedi.

Giunti sul posto i militari hanno appurato che la donna all'interno dell'auto aveva effettivamente tentato di strappare dal collo di una 56enne, a passeggio in via Vico, una collanina. Non solo. Gli stessi militari hanno appurato anche che la stessa donna Rom, in via Romagnosi, aveva tentato di scippare un'altra collanina dal collo di una 75enne.

Le due vittime, entrambe senigalliesi, non avrebbero però voluto sporgere denuncia e si sarebbero riservate di ricorrere alle cure mediche. Tuttavia l'Autorità Giudiziaria è stata informata dai Carabinieri intervenuti sul posto.






Questo è un articolo pubblicato il 05-02-2014 alle 19:33 sul giornale del 06 febbraio 2014 - 3810 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, senigallia, Sudani Alice Scarpini, furto collana, tentato scippo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/X4B


ALESSANDRA ALE

06 febbraio, 09:33
mannaggia.... ma perche' la gente si ostina a non denunciare...
e'un gran peccato perche' a differenza di come continua a sostenete "qualcuno" senigallia signori miei non e' piu' per niente sicura!!

A che serve la denuncia? Tanto ormai fanno quello che vogliono liberamente. I codici sono solo per la gente "normale". Uno deve solamente augurarsi di non trovarseli dentro casa...

ALESSANDRA ALE

06 febbraio, 18:34
si ma... diamogli almeno il fastidio della denuncia, facciamoli scocciare un po' dei cittadini che si ribellano e non dicono semplicemente "tant, ormai e' normale che rubano..."