Niente caffè in divisa per i Vigili, Rimini: 'Il caffè non è ozio. E' indagine e controllo'

enrico rimini 1' di lettura Senigallia 03/02/2014 - Sono sicuro della non veridicità per quanto apparso presso stampa gli scorsi giorni in merito alle restrizioni imposte alla nostra Polizia Locale.

Non credo e non potrò mai credere che possa essere vietato agli agenti di entrare in un pubblico esercizio. Anche perché vorrei sottolineare il fatto che i nostri agenti, “sopratutto quelli compresi dai 45 anni in su” se mi consentono questa precisazione, conoscono la città palmo per palmo, perché sono nati vissuti e vivono a Senigallia, conoscono gran parte dei ragazzi, dei gruppi di ragazzi della città, sanno consigliare un genitore se il proprio figlio frequenta una brutta compagnia oltre a conoscere e risolvere, in contesti a volte pietosi, i problemi viari della città ecc. quindi molte volte entrano nei bar prendendo un caffè non per ozio, ma per, in primo luogo farsi vedere in secondo luogo sentire capire indagare, questo lo so per certo, quindi non credo nella veridicità di tali informazioni, non posso crederci.

Vorrei inoltre sottolineare la restrizione economica in cui vive un ente del genere, il quale, grazie ai suoi agenti riesce a coprire e ad adempiere al suo lavoro, ripeto non credo che tali restrizioni siano veritiere, ma se lo fossero per rispetto della città scriverò al Prefetto chiedendo di verificarne la legittimità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-02-2014 alle 11:55 sul giornale del 04 febbraio 2014 - 4022 letture

In questo articolo si parla di polizia municipale, enrico rimini, politica, senigallia, popolo della libertà, vigili

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/XVl


Povero ciuffo ...... Ha pregi e difetti ... Ma questa me me Sa che la fatta un po grossa ......
E inutile che ora tappa i buco x la campagna elettorale .... Doveva trattare meglio i cittadini prima .... Vedi mense tares eccccc.......

tex53 Utente Vip

04 febbraio, 08:21
Non credo che sia un crimine se un vigile entra in un bar a bersi un caffè, perderebbe al massimo 5 minuti di tempo, penso invece a quando parcheggiano l'auto in cima (o fondo) al corso di fronte alla BNL, e poi se ne stanno lì in 2 o 3 a chiacchierare a volte anche per delle mezz'ore... è lì che ti chiede se non hanno niente di meglio da fare.....




logoEV