Nuova Senigallia: 'Grazie alla Senatrice Amati che ha votato a favore dell'emendamento pro-slot machine'

Nuova Senigallia Liverani Sindaco 3' di lettura Senigallia 22/12/2013 - Complimenti alla Senatrice Silvana Amati, che in barba al buon senso e all’etica, ha votato in favore dell’emendamento pro-slot che il Senato ha approvato e che penalizza i Comuni, come Senigallia, che invece cercano di fare prevenzione attiva e lottano contro la ludopatia, ossia ostacolano la diffusione delle slot-machine che sempre più spesso portano al suicidio le persone o rovinano intere famiglie.

Secondo regalo, dopo quello del governo “barze-Letta” che ha fatto un suntuoso sconto del 70% alle lobby del gioco d’azzardo che avevano tranquillamente evaso “solamente” 90 e passa milioni di euro. E’ chiaro che se un governo (Governo????) fa di questi regali o sono tutti incapaci o in malafede, in entrambi i casi quindi sarebbero da mandare a casa, anche perché sono illegittimi come è stato detto dalla Corte Costituzionale.

Quindi dopo aver “ringraziato” il governo per non aver fatto rispettare le leggi, in danno del popolo Italiano, e aver fatto un bel regalo alle lobby del gioco d’azzardo, adesso “ringraziamo” la Senatrice Silvana Amati, che incurante del fatto che questa amministrazione, a reggenza PD come il partito di appartenenza della senatrice, lotta contro il gioco d’azzardo, ha votato a favore di quella norma che va a penalizzare appunto un Comune come Senigallia. “Lotta intestina” quindi, perché la Senatrice Silvana Amati è nata a Senigallia come anche il Sindaco Maurizio Mangialardi che si è ritrovato a dover commentare questo “voto” in maniera negativa augurandosi che il Senato possa rivedere la norma.

Da notare che il Sindaco non menziona minimamente la Senatrice Silvana Amati, cosa più che normale perché tra “co-inquilini” non si mordono di sicuro, questa è la prassi per i politici, e questo è l’eterno “teatrino” al quale noi Cittadini siamo costretti ad assistere e subire. Per la Senatrice Silvana Amati è decisamente più importante presentare una legge sul negazionismo e votare a favore delle lobby del gioco d’azzardo che “lavorare” e “operare” per il popolo Italiano presentando leggi che possano aiutare a superare questo momento di crisi.

Niente di tutto questo, siamo alle comiche più esilaranti. Una Senatrice della Repubblica che va contro i comuni, tra questi il suo, un Sindaco che si inalbera giustamente per questo voto che lo penalizza, ma entrambi scordano la cosa più importante: al governo ci sta anche il PD, ossia il partito di appartenenza di entrambi, quel partito che dietro la “questua” dei 2 euro ha da poco eletto Renzi come Segretario, colui che viene definito come il “rottamatore”, ma i comuni mortali continuano invece a vedere i soliti “vizi” dei professionisti della politica..

Lo chiamano il governo delle “larghe intese”, alle persone normali appare invece come il governo di chi si è voluto “parare” le terga visto il ciclone che è entrato in Parlamento, ma certi giochini non durano a lungo, non manca molto a mandarli tutti a casa, basta aspettare le prossime elezioni che per quanto le vorranno ritardare, prima o poi ci saranno. Buon Natale Senatrice Silvana Amati, grazie del regalino che ci ha voluto cortesemente mettere sotto l’albero!


da Lista Civica “Nuova Senigallia”
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-12-2013 alle 21:44 sul giornale del 23 dicembre 2013 - 2904 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, Marcello Liverani, nuova Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/WpA


floriano schiavoni

23 dicembre, 08:31
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Luigi Alberto Weiss

23 dicembre, 08:58
Ma a Senigallia il sindaco ha adottato qualche provvedimento serio anti-macchinette? Se no, Nuova Senigallia ha poco da scandalizzarsi. E poi il PD da tempo è completamente allo sbando, altrimentil il pupattolo fiorentino non sarebbe mai arrivato dov'è oggi (a proposito: avete visto che parla dell'articolo 18 dello Statuto dei lavoratori così come faceva il bassetto di Arcore a suo tempo? Che coincidenza...!)

Denunciati i senatori che avevano votato l’emendamento a favore del gioco d’azzardo.

Il Codacons avrebbe presentato alla Procura della Repubblica di Roma una denuncia per “istigazione al gioco d’azzardo e concorso in lesioni psichiche” contro i 140 senatori di Pd, Sc, Ncd e Gal che avevano votato l’emendamento alla legge di stabilità che prevedeva un vero e proprio ricatto nei confronti degli enti locali che non rilasciano le licenze delle slot machine, consistente nel fatto che per Regioni e Comuni erano previsti meno trasferimenti dallo Stato se questi avessero emanato norme restrittive contro il gioco d’ azzardo.
Per l’associazione dei consumatori, “si tratta di una vera e propria istigazione al gioco d’ azzardo, un gesto scriteriato da parte dei senatori che fa nascere più di un sospetto circa i rapporti tra la classe politica e le società del gioco, e impone alla magistratura di porre sotto indagine i singoli senatori che con il loro voto hanno deciso di gettare migliaia di cittadini in pasto alle dipendenze da gioco, scrive il Codacons, In un paese come l’Italia in cui il gioco è una vera e propria emergenza, con costi sociali pari a 7 miliardi di euro all’anno, punire gli enti locali che cercano di tutelare i cittadini e limitare l’insorgenza delle ludopatie può configurare veri e propri reati”.

3 settimane x giudicare il nuovo segretario PD mi paiono un pò pochine: tantopiù che in realtà s'è mosso.
Preferisco stare a vedere che succederà da qui fino alla prossima estate piuttosto che partire sui giudizi: allora sarà passato del tempo congruo, con in mezzo le elezioni europee.

Invece sarebbe da chiedere alla senatrice se si era resa effettivamente conto della portata di quell'emendamento, o se a furia di votarli non abbia votato pure questo sentendo solo la proposta di voto positiva.

Daniele scusami, ma dove vivi? Hai un lavoro immagino, e come lo svolgi? "per sentito dire" e a "tua insaputa"?

Ma come fate a voler ancora giustificare questi politici? Ma veramente credete agli "asini che volano"? Prova a leggere in internet cosa sono i "marchettari" e i "portaborse delle Lobby", così forse capirai perchè fuori dall'aula e fuori dalle Commissioni ci sono sempre tante persone che NULLA a che vedere con i parlamentari e/o gli impiegati.

Domandati perchè stanno lì da sempre...

Giustificare un Parlamentare che potrebbe aver votato "solamente per sentito dire" mi mancava nell'elenco delle corbellerie!
Ti ricordo Daniele che la Senatrice Amati è alla terza legislatura e questa volta ricopre anche la carica di "Segretario della Presidenza del Senato", se ti guardi qualche diretta tv la potrai vedere seduta alla destra del Presidente Grasso, o di quello di turno.

Aspetti l'estate? Ma cosa altro devono fare di osceno per farvi capire che sono TUTTI da mandare a casa, dal primo all'ultimo, e senza distinzione alcuna?

Buon Natale Daniele!

P.S.
Avvisami quando avrai chiesto alla Senatrice Amati di scioglierti il dubbio...

Luigi Alberto Weiss

23 dicembre, 17:27
Il signor Daniele mi pare molto vicino al pupattolo fiorentino. Allora dovrebbe ricordare che con questa teoria del "diamogli tempo", il bassetto di Arcore è stato al governo per un ventennio. Adesso rimediare i suoi guasti non sarà cosa semplice. Specialmente se non lo si vorrà fare perchè in fondo in fondo a tutti va bene mantenersi i privilegi (e non parlo dei soli politicanti).

Commento modificato il 24 dicembre 2013

Ciao Luigi
No, non sono affatto vicino al pupattolo: ma solo ho la sgradita abitudine (per alcuni) di provare a mettermi nei panni degli altri.
E poi in fondo cosa ho scritto?
Solo che vorrei sapere anche l'altro punto di vista e il buonsenso dice ci lasciare un MINIMO di tempo prima di dare giudizi: è forse sbagliato?
Da che mondo è mondo i miracoli li ha fatti solo una persona, e ci vuole ben tanto tempo anche solo per iniziare a correggere i tanti problemi del Paese: sono cose che non si possono fare con la bacchetta magica.

PS: non ho ne modo ne tempo per vedere le dirette TV (per tenermi quello straccio di lavoro che ho), in compenso riesco ad ascoltare Rai GR Parlamento, ed è chiaro che spesso le votazioni vengono fatte "sentito il parere di..." piuttosto che sulla base di "soggettive" valutazioni.
Posso ragionevolmente supporre che possa essere capitato anche in quel caso?
In ogni caso aspetto chiarificazioni dalla Senatrice, che a prescindere dovrebbe darne ai suoi concittadini elettori...e quantomeno al suo concittadino sindaco.

PPS: mandarli tutti a casa per sostituirli con chi?
Con gente pure peggiore (come accadrebbe facilmente)? E sulla base di questa stessa legge elettorale, quindi garantendoci di collassare economicamente e socialmente in 30 giorni? No grazie: già mi basta questa crisi.

PPS: il pupazzolo di Arcore è rimasto su perchè c'era gente che nonostante tutto lo votava. E' quello che mi sconvolge!

Luigi Alberto Weiss

24 dicembre, 09:28
Concordo signor Daniele sull'attesa delle spiegazioni della senatrice Amati, che così finalmente si ricorderà dei suoi elettori più vicini, cioè i senigalliesi. Mi aspetto anche che questa sia l'occasione perchè si occupi un po' del territorio. Almeno di lei si avrà traccia, mentre gli altri suoi colleghi parlamentari marchigiani si sono subito persi nelle stanze del Parlamento. Alla faccia della Costituzione e degli obblighi morali che dovrebbero rispettare verso chi ha messo nell'urna la scheda elettorale necessaria per farli "sedere" alla Camera o al Senato.
BUON NATALE!

Daniele, non meniamo il can per l'aia, una Senatrice, così come un Deputato, prima di votare LEGGE e si INFORMA su cosa vota, se invece vota perchè gli è arrivato dal gruppo un sms che le dice come votare (come avviene sempre) e non si informa, per me non è degna di sedere dove siede, punto e basta, questa è l'unica verità, tutto il resto sono "cianfrusaglie"!




logoEV