Moschini sul giro di escort: ' Sono estraneo ai fatti e non conosco i gestori dei night'

lap dance 2' di lettura Senigallia 07/12/2013 - “Non ho fatto l'intermediario di nessuno e i titolari dei night club arrestati neanche li conosco”. Rompe il silenzio, a pochi giorni dalla chiusura delle indagini preliminari, Marco Moschini, l'imprenditore senigalliese di 36 anni, finito nel mirino dell' “Operazione Night”, che ha portato all'arresto di tre gestori di club.

Agli arresti domiciliari sono infatti finiti Fabrizio Bellucci, titolare del Bambola di Marina di Montemarciano e dello Snoopy di Cesano, Fausto Isabettini, dipendente della Regione Marche che gestiva il Monella di Senigallia e Valtero Goffi, ex gestore sia del Bambola che del Monella. I tre sono accusati di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Nei loro locali infatti si sarebbero consumati rapporti sessuali a pagamento tra le ballerine e i clienti. Nell'indagine sono ora indagati anche personale dei locali e l'imprenditore senigalliese. Moschini, titolare dei bagni 12 e imprenditore conosciuto sulla spiaggia di velluto, è stato coinvolto nella vicenda a causa di un torneo di calcio estivo al quale erano stati invitati anche famosi calciatori di serie A.

Moschini è assolutamente estraneo al presunto giro di escort e il suo coinvolgimento nell'indagine è puramente occasionale e casuale -precisa il legale che difende il giovane imprenditore l'avv. Luca Pancotti- Moschini infatti è gestore di uno stabilimento balneare dove nel giugno 2012 si è svolto un torneo di foot volley che vedeva la partecipazione di alcuni giocatori di calcio professionisti. In quello stesso periodo ha coadiuvato i titolari e soci del ristorante Nonna Michelina che avevano invitato i giocatori a Senigallia e solo in questo contesto ha conosciuto i giocatori”.

Moschini precisa che “non conosceva e non conosce i titolari dei night e, a espressa richiesta su dove e come poter far trascorrere loro una serata di divertimento, si è rivolto a terze persone che possono aver contattato qualcuno dei night”. Moschini rigetta anche l'accusa di aver organizzato un incontro tra calciatori e una delle ballerine.

Si erano creati dei problemi tra alcuni calciatori e una ragazza -precisa Pancotti- e così il mio assistito è intervenuto per fare da pacere in modo da non compromettere la permanenza dei calciatori in città e il buon esito del torneo. Nulla sa circa eventuali accordi o pattuizioni intercorsi tra le persone interessate. Per tutti questi motivi il coinvolgimento nell'inchiesta di Moschini, la divulgazione di stralci di atti processuali e le ipotesi accusatorie prospettate, in una fase di doverosa segretezza istruttoria, appaiono illegittime, ingiustificate e sfornite di ogni riscontro”.






Questo è un articolo pubblicato il 07-12-2013 alle 23:00 sul giornale del 09 dicembre 2013 - 8932 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, marco moschini, escort

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VFt