I Musaico in concerto alla Rotonda

Nomadi e Musaico in concerto a Mondolfo 4' di lettura Senigallia 05/12/2013 - Sarà un appuntamento unico e per certi versi imperdibile, quello che i Musaico danno sin da ora a tutta la città per domenica 8 dicembre alle ore 17.

Ad ospitare il trio acustico sarà la Rotonda a Mare di Senigallia, il luogo più suggestivo e rappresentativo della città. Una location che offrirà l’ideale scenario per una nuova tappa nel viaggio nella musica d’autore, una delle tante che i Musaico hanno toccato nel corso di questi quattro anni spesi a ricercare, rielaborare e riproporre il meglio della tradizione cantautorale italiana. Il trio si presenterà nella sua formazione originaria, mai variata nel corso del tempo, con Marco Petrucci alla voce, Renzo Ripesi a voce, chitarre e cori e Claudio Marchetti (fresco vincitore della venticinquesima edizione del prestigioso European Music Competition di Moncalieri) a disegnare poesia e suggestioni con la sua tastiera: tre musicisti divisi da vent’anni esatti l’un l’altro, tre generazioni accomunate da un’unica grande passione per la musica d’autore. Ad accompagnare gli spettatori nel viaggio non saranno soltanto le note, ma anche luci, immagini, riflessi filmati (curati dalla triade Luciano Riccardi, Sauro Marchetti e Gianni Marconi), per uno spettacolo ricco di fascino ed emozioni.

La scaletta proporrà una prima parte più riflessiva, incentrata sui grandi classici di Fossati, Guccini, Bertoli, De Gregori ai quali si alterneranno i brani scritti dal cantautore senigalliese Marco Petrucci per i Nomadi nel corso della propria ventennale collaborazione con la storica band emiliana: da 32° Parallelo ad Anni di Frontiera, passando per Le Strade e Mediterraneo, autentici manifesti su bellezza, storia, tradizioni delle nostre terre e del nostro mare. Nella seconda parte del concerto i ritmi si alzeranno con alcune tra le più note e trascinanti canzoni di Capossela, Vecchioni, Guccini ed alcuni inediti dello stesso Petrucci, che come sempre affiderà alla sua “Qui” (brano inserito dai Nomadi nell’album “Allo specchio”, pubblicato nel 2009) la chiusura di un pomeriggio che si preannuncia a tinte forti. L’ingresso al concerto, patrocinato dal Comune di Senigallia ed inserito nel calendario degli eventi natalizi dello stesso, sarà completamente gratuito. Il progetto Musaico nasce nel 2009 dall’incontro tra Marco Petrucci, Renzo Ripesi e Claudio Marchetti, cantautore il primo, poliedrico musicista, cantante ed attore di teatro il secondo, virtuoso musicista in erba il terzo. Tre artisti marchigiani che hanno tracciato percorsi musicali paralleli, ma pervasi da una identica passione per le proprie radici e per le proprie terre, semi comuni di piante che inevitabilmente, crescendo, hanno iniziato ad intrecciare i rispettivi rami.

Ed è proprio da questo intreccio che nasce la musica meticcia dei Musaico, che tenta di rappresentare alcune tra le espressioni più alte dell’arte un po’ come le Muse della mitologia greca e che assembla tre generazioni, esperienze e periodi storici diversi un po’ come tessere di un Mosaico. Canzoni senza tempo, a cavallo tra il bisogno di sentirsi vivi, del vedere riconosciuti i diritti a tutte le latitudini e la voglia di cullarsi sul sogno, sull’utopia, tra l’estasi e la terra. Musaico ed impegno è un connubio che più volte nel corso della pluriennale attività del trio acustico ha saputo rinnovarsi. Petrucci, Ripesi, Marchetti e tutto lo staff della band hanno infatti preso da subito a cuore la vicenda di Christian Cialona, un meraviglioso bambino di Montemarciano affetto da una rara leucodistrofia. Fu il violinista dei Nomadi Sergio Reggioli a proporre ai Musaico l’idea di creare un evento per raccogliere fondi da destinare alla famiglia del piccolo, per sostenerlo nelle indispensabili, costose cure da affrontare negli States. Ne venne fuori, nell’aprile 2010, un memorabile concerto al Gabbiano di Senigallia, dove i Musaico e Reggioli, alla presenza di Christian e della sua famiglia, incantarono un teatro gremito.

Da lì in poi, l’amicizia tra i Musaico, Christian e la sua famiglia non si sarebbe più sciolta e a quello del Gabbiano seguirono altri concerti per la causa. Tra le iniziative dei Musaico, da ricordare inoltre un concerto a favore del Laboratorio Zelig, il gruppo creativo d’intervento senigalliese con ragazzi normodotati e portatori di handicap. E poi, ancora, altri live al fianco di alcune associazioni operanti nei vari ambiti del nostro tessuto sociale, come l’ACIM (Associazione Cultura in Musica) Una Voce per Nanni Mancini e Il Granello di Senape Onlus, organizzazione di volontariato dedita all’aiuto ai paesi poveri del sud del mondo.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-12-2013 alle 11:27 sul giornale del 06 dicembre 2013 - 1281 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di musica, marco petrucci, spettacoli, Mosaico, nomadi e musaico in concerto a mondolfo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Vxl





logoEV
logoEV