Nuova Senigallia: 'Sindaci vessatori o furbetti... Mangialardi tra questi'

Nuova Senigallia Liverani Sindaco 4' di lettura Senigallia 01/12/2013 - Una ne fanno e cento ne pensano, ma “toppano” sia quello che fanno che quello che pensano! Che cosa hanno fatto 900 Sindaci italiani, Mangialardi tra questi? Pensando di essere “furbi” solo loro e continuando a ragionare sempre sulla linea che il “Cittadino deve essere tassato e spremuto come un limone”, nel 2013 hanno rialzato le aliquote IMU sulla prima casa, e hanno messo a bilancio le loro “previsioni”.

Così facendo hanno pensato che se l’IMU sulla prima casa non fosse stata abolita nel 2013 i cittadini avrebbero pagato di più andando a rimpinguare le loro casse vuote, e nel caso invece dell’abolizione sarebbe stato il Governo Nazionale a girare ai Comuni la somma che loro avevano messo a bilancio.
Hanno però fatto i conti, come sempre, senza l’oste!

Il Governo infatti ridarà ai Comuni solamente il 50% dell’extra gettito, e quindi attualmente rimane un grosso punto interrogativo su chi sarà poi costretto a coprire il 50% e se mai verrà coperto. E su questo punto ecco che si innescano alcuni meccanismi alquanto “strani”, ma che potrebbero anche portare all’ennesima “vessazione” del Cittadino che è oramai alla frutta e non riesce più a reggere tutti i carichi fiscali che Governo e Comuni impongono. Questa nostra paura nasce, come sempre, da una politica che non ti dice mai la verità fino in fondo e lascia volutamente dei “buchi” che vanno poi interpretati e colmati.

Nel nostro caso il Comune di Senigallia, molto furbescamente e in maniera subdola verso i Cittadini, aveva alzato l’aliquota dell’IMU sulla prima casa dallo 0,4 allo 0,6 per mille. Attualmente il Governo parla di un rimborso solamente del 50% di questo aumento, e ora il Sindaco Mangialardi (insieme a tutti gli altri suoi colleghi “furbetti”), in maniera veramente patetica, fa finta, per l’ennesima volta, di protestare e buttando le mani avanti “avverte” il Governo che se non avranno lo storno dell’intero importo saranno “costretti” a farlo pagare ai Cittadini. E chi lo dice? Dove starebbe scritto? Solamente nelle vostre menti, perché attualmente non esiste decreto o altro che dica quanto questi “furbetti” paventano.

Vi sembra assurdo? Assolutamente no, perché per la nostra amministrazione, visto come deliberano ed operano, i Cittadini sono sempre l’ultima ruota del carro e l’ultimo dei loro pensieri. Invece di cercare di aiutarli continuano a bastonarli! Perché aumentare l’aliquota dell’IMU sulla prima casa nel 2013? Se non l’avessero abolita pensavano di essere stati “furbetti”? E se ora il rimborso sarà solamente del 50% come andranno a coprire l’immancabile buco dovuto all’ennesima previsione di bilancio sbagliata?

A rigor di logica, quando uscirà definitivamente il decreto dell’abolizione anche della seconda rata dell’IMU del 2013, nessun euro sarà più dovuto ai Comuni, tanto meno a quelli che hanno fatto i “furbetti”, Senigallia tra questi.

E’ però vero che gli intrallazzi della politica tutta sono all’ordine del giorno, quindi chissà che nel decreto il Governo non metta nero su bianco quello che adesso i Sindaci stanno, sempre furbescamente, “paventando”, e ossia che il 50% della mancata copertura spetterà ai cittadini. Se così fosse sarebbe veramente l’ennesima oscenità partorita dalle menti perverse dei politici sia a livello locale che nazionale. Se invece non sarà così e stante la situazione attuale e le parole del Ministro Saccomanni la seconda rata sarà definitivamente cancellata senza che nulla sia più dovuto dal popolo, i Comuni furbetti, Senigallia tra questi, avranno la patata bollente di dover rimettere mano per l’ennesima volta al bilancio e trovare il modo di recuperare quella quota di mancato introito.

E meno male che questo Governo è quello delle “larghe intese”! Per noi è di “larghe fregature”, perché è sotto gli occhi di tutti quello che sta accadendo al nostro amato Paese. L’unica cosa vera e certa è che oggi quelli che venivano chiamati una volta “destra” e “sinistra”, vanno a braccetto per meglio “coprirsi” e per meglio difendersi da un popolo che proprio non li può più vedere e sopportare. “L’unione fa la forza” si dice, e loro furbescamente si sono uniti!

Questa comunque è la situazione al momento attuale sulla seconda rata dell’IMU del 2013: il Governo la dovrebbe aver abolita come ha detto e dovrebbe stornare il 50% dell’extra gettito ai Comuni. Questi ovviamente non ci stanno e cercano o di farsi stornare il 100% (cosa che riteniamo impossibile e anche giusta perché i “furbetti del quartierino” è ora che vadano a ramengo), o paventano di far pagare la differenza a noi Cittadini.

Se a Voi tutto questo sembra giusto continuate pure a votarli come sempre, noi invece continuiamo a dire che è ora di mandarli tutti a casa ed è ora che i Cittadini si riapproprino della loro Sovranità e siano parte in causa di tutte le decisioni, perché amministrare per noi significa svolgere un servizio in favore del popolo e non contro il popolo!


da Lista Civica “Nuova Senigallia”
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-12-2013 alle 12:22 sul giornale del 02 dicembre 2013 - 2362 letture

In questo articolo si parla di politica, senigallia, Marcello Liverani, nuova Senigallia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/VhW


Daria Utente Vip

01 dicembre, 12:52
Io questo articolo l'ho già letto... ma con una firma diversa:
http://www.viveresenigallia.it/index.php?page=articolo&articolo_id=439451
Mi sa che tra i furbetti Mangialardi è in buona compagnia... c'è anche Liverani con lui!

Daria hai ragione sarebbe stupido un copia e incolla di un precedente articolo, ma a parte questo piccolo autogol, direi che come al solito i nostri politici locali sono bravi a fare cassa senza però prendersi le giuste colpe (logicamente la colpa per loro è i loro seguaci è di Berlusconi anche se decaduto).
A parte L'IMU di cui parla Liverani che sinceramente stimo, Vi informo ad esempio che per un mio "probabile errore" ho pagato solo parzialmente la tarsu relativa ai 5 anni precedenti ad un' accertamento comunale, che mi richiedeva il pagamento dell'importo mancante (e fin qui va bene) sia le tasse e more in una maniera CONSIGLIATA dall'ANCI ass.naz. comuni e non seguendo i vari regolamenti regionali o nazionali.... ma stiamo scherzando??? ma l'ANCI cose una associazione a delinquere istiga i comuni a rubare soldi?? la risposta dell'assessore preposto Paci ci rispose, ed eravamo in tanti in quel periodo che se non ci stava bene dovevamo addoperarci tramite un legale e fare causa al comune per importi di qualche centinaio di euro naturalmente nessuno lo ha fatto credo.

Avvisato e "tirato in ballo" tranquillamente rispondo.

L'articolo in questione come prima cosa non è stato da me scritto, lo ha fatto un'altra persona del nostro gruppo, ammetto però che io l'ho visionato, approvato e fatto inviare alla stampa venerdì sera. Su viveresenigallia è uscito due giorni dopo (può capitare...) e oggi mi hanno avvisato del post di Daria.

Ovviamente ci sono le due analogie che riguardano il tema (L'IMU) e il termine "furbetto". Chi lo ha scritto mi ha garantito che neanche aveva letto il Comunicato del M5S e neanche il sottoscritto aveva avuto modo di leggerlo, l'ho letto solamente ora. Se lo avessi letto prima avrei modificato quello nostro ovviamente.

Dare ora a noi dei "furbetti" mi sembra un tantino esagerato perchè è palese che copiare un articolo è da stupidi. Se poi qualcuno vuole pensare questo libero di farlo. Personalmente non ho motivo per non credere a chi ha scritto l'articolo che mi ha "giurato" di averlo vergato di suo pugno e di non aver copiato nulla.

L'articolo scritto da noi è stato inviato venerdì alle 18,15 e pubblicato alle 00,58 da senigallianotizie e due giorni dopo, lunedì, su viveresenigallia. Il comunicato scritto dal M5S è stato pubblicato nella giornata di venerdì su viveresenigallia. Quindi sono usciti a brevissima distanza su testate diverse. Francamente credo al mio collaboratore che mi dice di non aver copiato nulla. Tra parentesi, per chi ci legge spesso, i termini "furbetto" o "furbetti del quartierino" sono spesso stati usati da noi.

Di sicuro questa "esperienza" ci servirà per essere un po' più precisi nel controllare meglio in futuro. Se gli amici del M5S si sono risentiti non posso che scusarmi e garantire loro che non c'è stato nessun "plagio", ma una semplice casualità.

P.S.
L'importante è comunque l'aver capito che Senigallia è amministrata da una bel plotone di "furbetti del quartierino". :-)

Luca Mori

03 dicembre, 22:39
Penso che un articolo che riporti i fatti non può che essere apprezzato, poi se è no stato copiato dice poco.




logoEV