Pd: elezioni per la segreteria, Senigallia sceglie Matteo Renzi

Gennaro Campanile e Matteo Renzi 2' di lettura Senigallia 18/11/2013 - Quando anche le ultime schede sono state ormai scrutinate, il dato della prima fase del Congresso del Partito Democratico è ormai chiaro: con il 47,3% Matteo Renzi si conferma primo fra gli sfidanti alla segreteria.

E i quattro Circoli di Senigallia non smentiscono questa tendenza. Un risultato importante che dimostra come, da parte degli iscritti e dei militanti del PD ci sia ormai il desiderio, non più solamente sussurrato, ma dichiarato a gran voce, di cambiare finalmente le cose, proprio a partire dal partito. L’affermazione netta di Renzi dimostra la vitalità del PD che, non cristallizzandosi nelle solite logiche e beghe di partito, riesce a rinnovarsi, pur non perdendo di vista i temi e gli ideali che, per un partito che si colloca nel centrosinistra, restano irrinunciabili ed inderogabili.

Un partito che, liberandosi dai lacci opprimenti di un “apparato” ormai occupato solamente ad auto-conservarsi e a perpetuare la propria influenza, può ora aprirsi al Paese per affrontare in modo nuovo ed innovativo i problemi che l’Italia attende da troppo tempo che siano risolti, dall’economia alla cultura, dall’occupazione ai servizi, fino al sistema fiscale. Tutti temi che sono contenuti nel programma di Matteo Renzi e che, è evidente, hanno entusiasmato gli iscritti e i militanti del PD guidando la loro scelta. Ma la sfida è ancora aperta: l’8 dicembre, infatti, si terranno le Primarie vere e proprie, aperte, e questo è importante, a tutti gli elettori che desiderino partecipare, senza bisogno né di registrazioni, né di tessere.

Il PD si apre, quindi, alla platea dei suoi simpatizzanti, di quanti continuano ad accordare fiducia a questa importante realtà del panorama politico italiano, ma, e questo è importante, anche a coloro che ora, soprattutto guardando alla figura innovativa di Matteo Renzi e delle idee di cui si fa portavoce, possono dire la loro sul futuro non solo del Partito Democratico, ma dell’Italia. Per cambiare il PD, e dunque per cambiare verso all’Italia, c’è bisogno del vostro aiuto, del vostro entusiasmo, del vostro contributo. L’Associazione Senigallia ADESSO! resta attiva e disponibile sia per quanti si vogliano iscrivere, sia attraverso iniziative delle quali si darà comunicazione nei prossimi giorni. Il cambiamento è portata di mano; il cambiamento passa per il Partito Democratico; rendiamo possibile questo cambiamento tutti insieme ADESSO!


da Gennaro Campanile
Presidente SenigalliaAdesso





Questo è un articolo pubblicato il 18-11-2013 alle 18:26 sul giornale del 19 novembre 2013 - 1443 letture

In questo articolo si parla di attualità, gennaro campanile, senigallia, matteo renzi, SenigalliaAdesso

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/UGG


Antonio Carletti

19 novembre, 08:53
Mah ,visti i componenti del comitato pro Renzi, non mi sembra ci siano grosse novità , anzi si riciclano i soliti "salta fossi"che erano bersaniani di ferro alle precedenti primarie per il candidato premier! Dal film " la poltrona teniamocela attaccata ben sotto".
P.s un consiglio a Renzi : le tue idee saran pur buone, ma se i compagni di viaggio son questi......

Luigi Alberto Weiss

19 novembre, 17:35
Ci vuole una bella faccia tosta a diffondere un comunicato del genere, riferendosi alla situazione senigalliese. I signori che sono "su piazza" del PD, bene che va lo sono da almeno vent'anni. Sono gli stessi che applaudirono Fassino quando venne a inaugurare la sezione sotto palazzo del Duca. O che facevano da codazzo a Rutelli "bello guaglione" in giro per il mercato del giovedì. O che sostenevano lo "smacchiatore di giaguari" Bersani. Adesso sono con l'imbonitore fiorentino. Che facce toste!!! E' il de profundis del PD e il segno che il berlusconismo ormai ha metastasi dappertutto.




logoEV
logoEV