Ostra Vetere: Montenovo, 'Ora 44 giuristi dicono quello che ha già detto 'montenovonostro' sulla Provincia'

montenovo nostro 2' di lettura 24/10/2013 - “Montenovonostro” è nato da tempo con tre obiettivi “libertà, autonomia, giustizia” e sulla scorta di questi principi fondamentali critica il disordinato proliferare di “riforme” dettate dalla più caotica volontà politica di cambiamento a tutti i costi, a ogni costo, senza logica e senza raziocinio, purchè si cambi comunque.

E’ il frutto dell’infantilismo politico dei partiti, che ha minato non solo la loro credibilità, e sarebbe poco male, ma anche e soprattutto quella delle istituzioni, che è ben peggio, sulla spinta della parola d’ordine “partecipazione” propagandata trent’anni fa, degli anni ’80, con la sanità (Ulss, Usl, Asl, Asur, Area Vasta, Case della Salute e via inventando in successione sigle incomprensibili a raffica) producendo una fioritura esponenziale di assemblee e organismi pletorici, che sta fagocitando se stessa, rimangiandosi tutte le premesse e conducendo all’oligarchia, che è l’esatto opposto della partecipazione e che conclude oggi la sua parabola implosiva sul sistema delle autonomia locali (Comunità montane, Associazioni di Comuni, Ato, Unione di Comuni, Province, Città metropolitane, Macroregioni e via fantasticando assurdi neologismi).

Sulla sanità abbiamo già detto e scritto molto e stavolta approfondiamo anche il tema delle autonomie locali, citando solo qualcuno dei nostri comunicati usciti nelle scorse settimane: ( http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/16475-ostra-vetere-liberta-e-autonomia-per-montenovonostro-e-partecipazione), (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/16578-ostra-vetere-montenovonostro-sulla-riforma-della-riforma-riformata-della-sanita), (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/17674-ostra-vetere-il-valore-dellautonomia-comunale-per-montenovonostro), (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/17974-ostra-vetere-sciolta-la-convenzione-intercomunale-sul-segretario-comunale-che-allarma-montenovonostro), fino all’ultimo di appena cinque giorni fa (http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/18422-provincia-non-piace-a-montenovonostro-per-la-provincia-intanto-la-distruggiamo-e-dopo-faremo).

Il disordine dei provvedimenti di ‘riforma’ del sistema della sanità e delle autonomie locali lascia disorientati e allibiti non solo “montenovonostro”, giacchè è notizia proprio di oggi che ben 44 giuristi e costituzionalisti, e tra essi anche uno dei “saggi” nominati dal Presidente della Repubblica per studiare le riforme, Valerio Onida, si schierano per fermare l’abolizione delle Province. Non si può – affermano i 44 – “con legge ordinaria sopprimere le funzioni di area vasta delle Province e attribuirle a Regioni e Comuni, né trasformare gli organi di governo da direttamente a indirettamente elettivi, né rivedere con una legge generale gli ambiti territoriali di tutte le Province”.

Esattamente quanto affermava “montenovonostro” appena cinque giorni fa con l’ultimo comunicato sopracitato ( http://www.ccpo.it/comunita/montenovonostro/18422-provincia-non-piace-a-montenovonostro-per-la-provincia-intanto-la-distruggiamo-e-dopo-faremo). Siamo purtroppo convinti che i partiti e i politici non staranno troppo a sentire “montenovonostro”, speriamo tuttavia che ascoltino almeno i 44 giuristi e costituzionalisti e smettano la pervicace e forsennata campagna demolitrice delle istituzioni gabellandola come “riformatrice”, mentre è solo il parto della loro irresponsabilità istituzionale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-10-2013 alle 19:40 sul giornale del 25 ottobre 2013 - 842 letture

In questo articolo si parla di ostra vetere, politica, montenovonostro, montenovo nostro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TzI