Multe, Tonini Bossi replica a Brunaccioni: 'i vigili siano esempio per tutti'

multa 3' di lettura Senigallia 19/10/2013 - Con tutto il rispetto per la Legge, per il codice della strada e con quanto afferma Brunaccioni, debbo completare le sue argomentazioni.

Se è vero che “probabilmente nella percezione delle persone – scrive Brunaccioni - c'è la tendenza a vedere un comportamento inflessibile” dei Vigili urbani e che “le persone vorrebbero che i vigili fossero più magnanimi” e comprensibili” è altrettanto vero che alcuni malesseri esistono realmente e sono diffusi come mi capita spesso di “ascoltare”.-

Non sempre i Vigili Urbani si comporta in modo “urbano” con l’utenza. Costoro dovrebbero essere di garanzia e di esempio per tutti, amici di tutti, in qualche modo modelli autorevoli e non autoritari da seguire; tutto questo prima di essere doverosamente rispettati; in pratica costoro (non tutti ovviamente) sono poco inclini al rapporto umano e sereno; favoriscono la “repressione” e quel che è più grave pretendono di fare “reprimende”, “lavate di testa”; il loro atteggiamento cattegratico ed autoritario spesso risulta improprio e intollerabile; tutto questo l’ho verificato più volte: alcuni esempi: giorni fa una signora, e sottolineo “signora” che ha commesso una leggerissima trasgressione nell’accompagnare al scuola (Rodari) la sua bambina con lo scooter, a passo d’uomo, è stata pubblicamente, autoritariamente e sgarbatamente trattata come una bambina; il vigile si è rivolto a lei con una reprimenda dai toni insopportabili.

A me personalmente è capitato, e non ho certo preteso di aver ragione, di chiedere qualche secondo di tolleranza rispetto all’unico modo che avevo di parcheggiare l’auto e consentire alla mia nipotina di attraversare la strada: “la prego, ho affermato, cerchi di capire la situazione di disagio in cui mi trovo”; il cancello della scuola stava chiudendo e non vi erano le condizioni per parcheggiare “con rigore” – senza che ciò incidesse negativamente nella circolazione veicolare e pedonale ; “solo pochi istanti per far attraversare la strada alla bambina”- ho chiesto: “parcheggi nel modo giusto” , questa è stata la risposta categorica (ho difficoltà a decrivere il tono professorale che ha usato), “…e domani venga prima a scuola”(inaudito!!) .- La contravvenzione mi è stata poi comminata non in base al codice della strada ma solo perché, in fine, mi sono permesso di disquisire sui comportamenti, a mio avviso inurbani, che i Vigili usano anzichè usare semplicemente buon senso e comprensione..-

“Non si possono fare sconti” afferma il Comandante Brunaccioni; che infine concude: “purtroppo a volte il vigile viene visto come antipatico…. “ Io non direi antipatico, la simpatia non centra nulla; c’è ben altro: la divisa che indossa un Pubblico Ufficiale impone dei doveri e chi la porta, ed una grande responsabilità morale; quella divisa và onorata non tanto e non solo applicando con cieco rigore le norme ma rapportandosi con ogni utente della strada, anche quando sbaglia, non trattandolo come uno scolaretto da educare.-

Gentilissimo Comandante se lei è consapevole, come scrive, che la situazione di “antipatia impropria” esiste realmente, anche se solo esemplificativa di un rapporto che và migliorato, la prego di riflettere su quanto le ho rappresentato; glielo chiedo con sincero spirito collaborativo.-






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2013 alle 16:04 sul giornale del 21 ottobre 2013 - 3973 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia municipale, maurizio tonini bossi, senigallia, multe

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Tj8


La riflessione mi sembra un pò condizionata negativamente da una multa ricevuta. I "cattivi" sono sempre gli altri !

Condivido con il signor Maurizio ..... Molti vigili fanno multe solo xche portano la divisa ... Si sentono così autoritari che il buon senso non esiste ....comunque anche a mia moglie una mattina alla scuola elementare del vallone e stata aggredita con toni burberi da un vigile ....

I vigili devo si far rispettare il codice stradale .... Ma quando viene veramente infranto .....tutto ha un limite ....è come si diceva ieri nell'altro articolo .... Che quando ci sono le manifestazioni ... Come il sammer jambori... Che tutti parcheggiano dove capita .... Le multe le dovrebbero fare al comune che ha tolto tanti parcheggi x fare piste ciclabili o ztl.....quindi x me è giusto che non vengono fatte multe o che vengono rimosse ....anche xche queste feste portano soldi alla città e anche al comune ..........

E' assolutamente umano e normale che in alcuni casi si scambi "l'autorevolezza" con la semplice "autorità".

Mah io credo che non hai mai avuto a che fare con le forze dell'ordine .......!!!!!?

Oh, ci fosse mai un cristiano che quando prende una multa dicesse: "Oh cavolo, devo stare più attento la prossima volta"! No mai, la colpa è sempre dei vigili o di chi gli fa una multa.

La frase "domani venga prima a scuola" è perfetta, perchè non può esistere nessuna scusante quando si è in torto. E se si va di fretta e si lascia l'auto come capita, si sa benissimo che può andare bene come può andare male. Non vedo nessuna frase "inaudita", vedo invece un consiglio.

Troppo comodo continuare con l'insano modo italico di dire che sono sempre gli altri che sbagliano, noi non sbagliamo mai? Si si, avoglia se sbagliamo, quindi quando si sbaglia e si viene beccati in fallo è giusto, punto e basta, tutto il resto sono chiacchiere e distintivo.

Trovo sterili e puerili queste "accuse" senza senso, conosco personalmente quasi tutti i componenti delle varie Forze dell'Ordine per vari motivi, e tutti svolgono il loro lavoro in maniera impeccabile. Dobbiamo essere i primi noi a rispettare le regole, e non lamentarci per ogni alito di vento.

Personalmente in 4 anni ho preso tre multe proprio perchè andavo di fretta e quindi avevo parcheggiato "maluccio", multe giuste, niente da dire. Non esistono multe "sbagliate", quando le fanno sono sempre sacrosante. Può capitare che qualcuno sia più pignolo di un altro, questo si, ma agisce sempre nel rispetto delle leggi e delle normative.

Per come la vedo io invece, i Vigili Urbani a Senigallia sono fin troppo teneri, c'è gente che con i mezzi a due o quattro ruote andrebbe castigata pesantemente per levargli il vizio di sentirsi i padroni della strada.

Personalmente concordo su tutto quanto ha detto il Comandante Brunaccioni, e tra parentesi i Vigili Urbani di Senigallia operano sul territorio tra mille difficoltà di mezzi e di personale, e questi caso mai dovrebbero essere i temi da discutere, non certo una multa per aver parcheggiato in torto!

Concordo quanto sopra,
soprattutto all'uscita da scuola i vigili mi sembrano di gran lunga troppo comprensibili.
Io abito alle Saline,
puntualmente il sabato (gli altri giorni non so perche' lavoro fuori e non torno per il pranzo) dalla mezza in poi la pista ciclabile e' piena di macchine, spesso SUV, tutte in contromano che stazionano li' spesso col motore acceso (come se dovessero partire per un Gran Premio) fino all'uscita dei figli da scuola,
una cosa veramente inconcepibile (almeno spegnessero il motore, tanto quando iniziano ad uscire li vedono e fanno in tempo ad accendere....) per un paese civile.
Una volta ho anche provato a chiedere al vigile davanti alla scuola e mi e' stato risposto che bisogna essere comprensibili....
Ma la comprensione per i residenti ammorbati dai gas di scarico e costretti a fare le gincane, anche in bicicletta, per poter tornare a casa chi ce l'ha?
Ma quando andavo io perche' non avvenivano certe scene?
E' possibile che ragazzi di 12-13 anni debbono essere portati e ripresi davanti all'uscio?
Anche se gli autobus non ci fossero gli fa' male ai piedi arrivare al parcheggio piu' vicino (quello della piscina e' immenso ed il sabato sempre vuoto) oppure aspettare 2 minuti li' davanti in modo che chi li deve caricare arrivi regolarmente solo dopo che sono usciti (tanto l'orario e' fisso), faccia la fermata per caricarli e riparta?
Prima o poi dovranno crescere no?

Lo stesso vale per il lungomare,
d'inverno non si vede mai un vigile per cui la pista ciclabile spesso diventa parcheggio o zona di lancio per sorpassi da formula uno, se non sbaglio la normativa prevede che debbano essere protette.
Se ci fosse anche solo un cordolo certi comportamenti diventerebbero piu' problematici ed i ciclisti starebbero un poco piu' sicuri...