Ripe: picchia la convivente, senigalliese condannato a due anni

Aula di tribunale 1' di lettura Senigallia 18/10/2013 - Schiaffi e pugni alla convivente. Senigalliese di 40 anni, ex operaio alla Fincantieri di Ancona, condannato con pena sospesa a due anni.

I fatti risalgono al 2009 quando l'uomo, tornando nella propria abitazione di Ripe nel fine settimana, alzava il gomito e picchiava l'ex convivente 36enne (all'epoca dei fatti). Schiaffi, pugni e calci contro la madre del proprio figlio che costrinsero la donna a sottoporsi alle cure mediche.

Nonostante la donna, che poi si è separata dal senigalliese, ha ritirato la denuncia il 40enne non ha cambiato atteggiamento. Infatti una sera, avendola vista tornare a casa con un uomo, si è introdotto nell'abitazione e l'ha picchiata ancora.

Il procedimento, proseguito d'ufficio, giovedì ha visto il 40enne, difeso dall'avvocato Stefano Drago, condananto a due anni con pena sospesa. Per lui le accuse sono di lesioni personali, maltrattamenti in famiglia e violenza privata.






Questo è un articolo pubblicato il 18-10-2013 alle 15:04 sul giornale del 19 ottobre 2013 - 3117 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ripe, giustizia, Sudani Alice Scarpini, senigalliese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Tg9





logoEV