Lista civica 'Nuova Senigallia', 'La città ha bisogno di essere riportata in salute'

Nuova Senigallia Liverani Sindaco 8' di lettura Senigallia 16/10/2013 - L’estate appena passata è stata l’inizio di una svolta e di un cambiamento necessario che permetterà alla nostra città di riqualificarsi, di recuperare e di riparare ad una cattiva amministrazione che ormai dura da troppo tempo.

Senigallia ha bisogno di essere riportata in salute, Senigallia ha una potenzialità di crescita enorme che nessuna amministrazione ha mai sfruttato per bene.
“Cambiare insieme” è il nostro motto!

Quindi una lista civica sostenuta da liberi cittadini, ma che vuole ampliare il consenso alle forze moderate del mondo laico, liberale e cattolico, a coloro cioè che possono condividere i punti di forza del nostro programma, quindi a tutti e senza distinzioni di sorta. La Lista Civica non è un partito, non lo sarà mai, quindi non ha colorazioni politiche, porte aperte a tutte le persone oneste. I cardini fondamentali e i pilastri sui quali si fonderanno l’azione e il pensiero sono: Onestà – Fiducia – Qualità – Trasparenza - Benessere e Dignità. Il nostro impegno sarà quello di rispettare tassativamente questi principi e onorarli con la massima determinazione e disponibilità.

“Perché questa scelta? Quali sono le motivazioni che ci hanno spinto a questo passo?” Voler fare qualcosa per prendersi cura della cosa pubblica è un sentimento nobile e che spesso qualcuno ha dentro di se, ma che non riesce ad esprimere se non è supportato da altre persone come lui. E il bello è accorgersi che tutto questo si può fare senza vincolo alcuno, senza dover “ubbidire” ad un partito.
“Ma le motivazioni profonde quali sono”?

Anche in questo caso tutto è nato sotto certi aspetti casualmente, anche per amicizia con alcune persone con le quali si è iniziato a parlare di cosa poter fare per Senigallia. Le motivazioni si sono rafforzate in maniera importante quando abbiamo avuto riscontri oggettivi e tangibili dati dalla reazione positiva dei Senigalliesi con i quali si parlava. Da qui la scelta di “girare la chiave” e mettere in moto la macchina.
Quando ti rendi conto di quante persone e con quanto entusiasmo vogliono lavorare per un progetto comune, il progetto nobile e disinteressato di fare del bene al proprio Comune, di risanare la vita pubblica della comunità, allora ci si senti motivati, e questo ci spinge a batterci con tutto noi stessi.

“E il gruppo? Com’è nato il gruppo”?
Le cose belle e oneste ti nascono tra le mani in maniera inaspettata. In tanti non condividono più la “politica degli intrallazzi, delle lobby e degli inciuci”. Abbiamo dovuto fare un grande lavoro di preparazione, proprio perché per cambiare volevamo fare qualcosa di veramente nuovo e utile ai cittadini. Non potete immaginare quanti incontri abbiamo fatto durante l’estate, sia con cittadini normali che con persone che rappresentano tante categorie, e tanti altri ne stiamo facendo. Le linee guida su cui ci si muove erano e sono tutte condivise: la solidarietà nei confronti di chi ha più bisogno, la tutela e la cura dell’ambiente, l’accoglienza e l’integrazione vera, non solo a parole, la Sicurezza, il Turismo (punto cardine per Senigallia), un maggiore interesse per i problemi della scuola, più impulsi per lo sviluppo culturale, una politica “tariffaria” che in questi momenti di crisi economica vada incontro alle necessità delle classi più in difficoltà con particolari iniziative, una politica non spendacciona, una politica urbanistica completamente diversa da quella che ci tocca “digerire” da venti e passa anni.

Si doveva però dar vita ad un meccanismo che portasse alla realizzazione di quelli che fino ad allora erano solo dei concetti belli ma teorici. Abbiamo quindi pensato alla realizzazione di un programma PARTECIPATIVO, ma nel vero senso della parola. Questo termine, un po’ abusato oggi, lo utilizzano tutti, ma all’atto pratico non è mai riscontrabile e le amministrazioni fanno e disfano senza MAI tenere conto del volere del popolo. Quel popolo che è elemento primario della vita civile e sociale! Il nostro programma è e sarà il frutto del lavoro di tante persone oneste, normali cittadini, persone che hanno a cuore Senigallia senza dover accontentare gli “amici degli amici” e senza dover staccare la “cambiale” a qualcuno. Il nostro programma seguirà quindi i consigli dei cittadini che vorranno partecipare alla sua realizzazione, e non avete idea di quanta voglia abbiano i cittadini di partecipare e dire la loro.

Il nostro “credo” è quello di dare vita e mettere veramente in pratica comportamenti che abbiano come primo obbiettivo quello di allargare il più possibile la partecipazione a tutti i cittadini che si rendano disponibili e interessati a costruire con noi una “Nuova Senigallia”.
E’ questa la differenza tra noi e chi ha amministrato fino ad oggi Senigallia, ed è una differenza importantissima!

Noi siamo tanti a pensare, ad agire, a collaborare per il bene comune. Loro “scimmiottano” un metodo democratico che non gli appartiene, in verità travisano la democrazia perché non la conoscono, loro conoscono la partitocrazia e seguono solamente gli ordini del partito al quale fanno riferimento, e le decisioni le prendono in camera caritatis senza minimante coinvolgere i cittadini, che alla resa dei conti sono quelli che “pagano le tasse” ma che vengono completamente tagliati fuori dalle decisioni che vengono prese nelle stanze del Palazzo di P.zza Roma.. Partecipativo cosa vuol dire? Che non viene imposto dall’alto, ma che nasce dalla base partendo dalle reali necessità e dalle esigenze espresse dalla popolazione. Un nuovo metodo di lavoro che non facendo calare dall’alto soluzioni precostituite può aggregare in modo libero da pregiudizi tutte le forze positive, che non sono poche, della società Senigalliese. Ed è così che abbiamo incominciato a lavorare con coloro che avevano voglia di partecipare, di impegnarsi per il bene della città; persone che condividono la necessità di un forte cambiamento nel modo di amministrare.

Diverse persone sono già all’opera da qualche mese e ne stanno coinvolgendone altre, un lavoro sino ad oggi nascosto per un problema molto semplice, sappiamo benissimo che ci dovremo confrontare con una “corazzata” alla quale non mancano di certo i mezzi per veicolare le loro “chiacchiere e promesse”, quindi un nostro punto di forza sarà quello di scoprire le carte solamente al momento giusto, perché cari amici, come ben sapete in politica, per lor signori, è tutto lecito, anche carpirti le idee per farle poi loro. Quindi, siccome non è che veniamo dalla “montagna del sapone” e non siamo nati ieri, i nostri “assi” verranno calati al momento opportuno, e fino a quel giorno rimarranno ben nascosti. Questo non vuol dire che non ne parleremo con i Senigalliesi, lo faremo, ma in maniera “particolare”, e lo stiamo già facendo.
Sappiamo che è un impegno non facile, ma sappiamo benissimo che a Senigallia vi sono molte persone propositive, che hanno delle belle idee e desiderano provare a metterle a disposizione di tutti, e questa è una grande opportunità che non dobbiamo lasciarci sfuggire. Siamo infatti sicuri che la vita pubblica locale sia giunta ad un punto di svolta.

Chiederemo agli elettori, con diverse iniziative, di raccogliere con entusiasmo e fiducia l’opportunità che offre questa “formazione” che si presenterà pulita alle prossime elezioni amministrative.
L’invito che vi rivolgiamo è quello della partecipazione per prendervi “cura” della città nella quale abitate per vivere meglio. I problemi esistenti che le ultime tre amministrazioni hanno generato non sono pochi, ma con il buon senso e l’onestà tutto si può mettere in ordine. Si tira una bella linea e si rincomincia andando a mettere mano dove si è sbagliato e mettendo sul tavolo nuove idee e proposte. Avremo altre occasioni per illustrarvi passo passo il nostro programma, ma fin d’ora vi diciamo che la Lista Civica “Nuova Senigallia” s’impegnerà con tutte le forze per poter finalmente realizzare un cambiamento positivo per noi tutti, per i nostri figli e le nostre famiglie. A “casa nostra” non vanno di moda le lobby, gli inciuci e i compromessi capestri.

Siamo certi che una larga parte della popolazione di Senigallia condividerà e appoggerà la nostra iniziativa, come già sta avvenendo, e considerando che i nostri “avversari” stanno vivendo sia a livello nazionale che locale momenti piuttosto critici, per non dire di sbandamento totale e di perdita di ogni identità per conservare poltrone e interessi e per costruirsi un futuro politico nei livelli più alti, dobbiamo con il nostro impegno e la nostra forza di grande coesione, vincere le prossime elezioni amministrative. Impegno sicuramente difficile, ma di certo non impossibile. Questo si potrà realizzare con l’aiuto di tutti voi. E’ nostra convinzione che esiste una necessità forte di cambiare e avere finalmente una città che diventi un esempio, un riferimento di qualità, vivibilità e benessere per tutti i cittadini. Lasciamo i “virtuosismi” a chi gli piace tanto parlare e passiamo ai fatti, quelli veri!

Avvicinatevi senza timore, fateci le vostre domande, esternate tutti i dubbi possibili, vi risponderemo sempre!


dal Marcello Liverani
Candidato Sindaco - Nuova Senigallia





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-10-2013 alle 20:04 sul giornale del 17 ottobre 2013 - 1248 letture

In questo articolo si parla di politica, Marcello Liverani, amministrative, nuova Senigallia, Amministrative 2015

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/TbL


Si faccia una domanda e si dia una risposta insomma...




logoEV