Calcio: la Vigor esonera mister Trillini, panchina affidata a Marco Alessandrini

giovanni trillini 1' di lettura Senigallia 08/10/2013 - La Vigor Senigallia comunica di aver sollevato dal suo incarico di allenatore della prima squadra Giovanni Trillini e da collaboratore tecnico il suo vice Riccardo Venturini.

Al loro posto la società ha ingaggiato come allenatore Marco Alessandrini - 59enne ed esperto tecnico con diversi anni alle spalle alla guida di società professionistichenato a Cuneo ma senigalliese di adozione (ha giocato con la maglia rossoblu negli anni d'oro della Vigor), mentre come suo vice Fabio Giulietti, che torna alla Vigor dopo i tre anni in cui ha lavorato con successo al fianco di Aldo Clementi (nella trionfale stagione di Promozione e nelle due scorse annate in Eccellenza).

Un cambio dettato dalla forte volontà di proseguire e rafforzare il progetto-giovani della Vigor, con la volontà presente e futura di affidarsi ad una rosa molto giovane, con gran parte dell'organico composto da giocatori locali e provenienti dal vivaio rossoblu.

La società ringrazia sentitamente Giovanni Trillini e Riccardo Venturini per la loro grande professionalità dimostrata in questi mesi di lavoro per la Vigor e augura loro le migliori fortune personali e professionali.

Al nuovo mister Alessandrini e al suo collaboratore Giulietti l'augurio di buon lavoro per il bene della Vigor Senigallia.








Questo è un articolo pubblicato il 08-10-2013 alle 16:25 sul giornale del 09 ottobre 2013 - 4326 letture

In questo articolo si parla di sport, senigallia, calcio, vigor senigallia, U.S. Vigor Senigallia a.s.d

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/SOH


tex53 Utente Vip

09 ottobre, 08:40
Dispiace che una società non consenta a un allenatore di poter fare il suo lavoro e lo sbatta in strada alla prima grandinata.
D'altronde se si mette in campo una squadra formata da ragazzini a cui ancora nemmeno è spuntata la barba, che si pretende? Vari giornali locali ieri avevano già esplicitamente detto che la società dovrebbe mettere mano al portafoglio per prendere almeno un paio di elementi esperti da affiancare, una squadra ultima in classifica e a serio rischio retrocessione come può pensare di fare crescere questi ragazzi? Se poi la società aveva tanto apprezzato l'operato di Clementi lo scorso anno, perchè lasciarlo andare? Con una squadra potenzialmente un minimo competitiva non si sarebbe lasciato abbagliare da altre sirene... E poi ricordo che una certa squadra di serie A sconfitta in casa 7 a 0 non ha licenziato l'allenatore il giorno dopo... Tutto sommato finora la Vigor aveva perso con onore con la Samb e preso due buoni punti fuori casa. Non si fanno le nozze coi fichi secchi...




logoEV
logoEV