Pergola: la fiera del Tartufo Bianco Pregiato diventa nazionale

fiera del Tartufo Bianco Pregiato di pergola 27/09/2013 - La Fiera del Tartufo Bianco pregiato di Pergola e dei prodotti tipici diventa maggiorenne e soprattutto nazionale. Cultura & Cucina, è questo il binomio su cui punterà la 18esima edizione, che si svolgerà nella città dei Bronzi dorati, in provincia di Pesaro-Urbino, nelle domeniche del 6-13-20 ottobre.

Per le grandi eccellenze che Pergola può vantare e per l’esaltante successo ottenuto nelle ultime edizioni, l’evento ha ottenuto l’ambito riconoscimento di Fiera “Nazionale”.
"Le Fiere Nazionali di questo tipo si contano sulle dita di una mano - afferma orgoglioso il sindaco di Pergola Francesco Baldelli -. E’ una grande soddisfazione. Un riconoscimento che arriva grazie al grande lavoro e al successo che l’evento ha avuto negli ultimi quattro anni.

La Fiera è cresciuta in maniera esponenziale sino a diventare oggi non solo nazionale, ma anche una fra le più importanti vetrine nazionali per la Regione Marche. Lo testimoniano molti fattori: il numero degli espositori che continua ad aumentare nonostante il difficile periodo che stiamo vivendo; le presenze sempre più numerose dei visitatori; l’attenzione che i media hanno riservato alle nostre tre domeniche dedicate al tartufo.

I dati dell’Osservatorio regionale del Turismo convalidano questo progresso: dal 2009 al 2012 a Pergola si è registrato un incremento degli arrivi di ben il 115,4% con un altrettanto importante aumento delle presenze pari al 73,9%.
La nostra Fiera è giunta al diciottesimo anno. Quello della maggiore età, quello delle scelte importanti che di solito fanno fare un salto di qualità. Noi questo salto abbiamo deciso di intraprenderlo, di scommettere su un evento rinnovato che volgesse lo sguardo alle nuove tendenze in atto nel mondo della gastronomia, senza dimenticare le nostre tradizioni e la nostra storia. E proprio con questo spirito abbiamo deciso di proporre una nuova iniziativa che mette in rete la nostra storia con la cultura della cucina.

La nostra storia è rappresentata dal Museo dei Bronzi Dorati, l’unico gruppo bronzeo d’età romana esistente al mondo, invidiato da tutto il mondo.
L’offerta gastronomica è rappresentata da tre tra i principali chef della nostra penisola, Luigi Sartini, Massimo Biagiali, Stefano Ciotti. Il “tridente” ai fornelli sarà all’opera nelle tre domeniche della Fiera.
La scelta di farci rappresentare da tre grandi chef è una delle novità di questa edizione, distribuita su un’area di un chilometro e mezzo, con gli espositori dislocati in ben 120 postazioni, caratterizzati da un’offerta di qualità. Il tutto profumato dal diamante della terra: il Tartufo”.

A differenza di molti altri eventi spesso privi di reale spessore, questa cittadina - col suo meraviglioso borgo antico d’origine medievale - può invece vantare davvero alcune eccellenze assolute: il prezioso tartufo sia bianco che nero; il gruppo dei Bronzi Dorati, l’unico gruppo bronzeo d’età romana esistente al mondo (risalente tra il 50 e il 30 a.C.), realizzato con fusione a cera persa e ricoperto di lamine d’oro, ritrovato per caso nelle campagne di Pergola e conservato ora nel Museo cittadino; nonché un ambiente naturalistico e paesaggistico ancora incontaminato e a misura d’uomo.
E' proprio sul valore culturale e turistico del territorio pergolese che l'assessore alla Cultura della Provincia di Pesaro e Urbino Davide Rossi pone l'accento. "Bisogna continuare ad investire nel turismo enogastronomico del territorio, dal momento che i dati di questo settore sono in continua crescita. Enogastronomia ed arte, un binomio vincente, a Pergola particolarmente efficace”.

Nel pdf maggiori informazioni e il programma completo.







Questo è un MESSAGGIO PUBBLICITARIO - ARTICOLO A PAGAMENTO pubblicato il 27-09-2013 alle 14:10 sul giornale del 28 settembre 2013 - 8521 letture

In questo articolo si parla di attualità, pergola, Comune di Pergola, fiera del tartufo bianco pregiato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/SkL

Leggi gli altri articoli della rubrica pubbliredazionale