È il giorno di Pane Nostrum: forni a cielo aperto in piazza del Duca con maestri panificatori all'opera

pane nostrum 2012 4' di lettura Senigallia 18/09/2013 - Dalla terra alla tavola: viaggio delle buone sementi per un pane di qualità. Questo il tema intorno a cui ruota e si articola la XIII edizione di Pane Nostrum, pronta a coinvolgere il centro storico di Senigallia (Marche – AN) per quattro giorni, dal 19 al 22 settembre. Inaugurazione giovedì 19 alle 17.30.

E roprio per l’inaugurazione giovedì 19 gli studenti e i professori dell’Istituto Alberghiero Panzini di Senigallia (area cucina) presenteranno un pane realizzato utilizzando la farina di mais ottofile di Roccacontrada. A questa edizione inoltre, nei forni di Pane Nostrum panificatori marchigiani panificano pani di filiera (tutti i giorni dalle 14 alle 20) a lievitazione naturale spiegandone le tecniche di lavorazione. I pani sono realizzati con le farine delle Terre del Conero.

Forni a cielo aperto in piazza con panificatori all'opera davanti al pubblico, corsi gratuiti di panificazione anche gluten free, corsi di cucina creativa per adulti e bambini (si faranno i cupcakes), curiose e gustose degustazioni guidate e laboratori del gusto a cura di Slow Food e Amici della Birra, incontri e conferenze nella nuova area dedicata “Idee in fermento” a cura di Confcommercio e Cia della Provincia di Ancona, workshop, mostre, produttori agricoli di qualità con i Prodotti della buona terra, street food d'eccellenza a cura di Moreno Cedroni e Mauro Uliassi. Il programma offerto da Pane Nostrum 2013 è fitto e difficile da sintetizzare.

Per cominciare, i forni in piazza del Duca saranno attivi da venerdì a domenica dalle 9 alle 13.30 e dalle 15 alle 21 (sabato fino alle 22). I maestri panificatori ospiti provengono da Marche (utilizzeranno farine Terre del Conero), Calabria, Toscana, Liguria, Emilia Romagna, Abruzzo, Trentino Alto Adige e le scuole di panificazione francesi e tedesche provenienti dalle città Sens e Lorrach gemellate con Senigallia. Tra gli appuntamenti, oltre ai corsi gratuiti per imparare a fare il pane condotti da Antonio Cipriani, sono previsti il laboratorio gratuito dedicato alla pasta madre solida e la pasta madre liquida a cura di Barbara Gobbi, il corso gratuito per adulti di pasticceria americana che permetterà di conoscere i cupcakes, a cura di Valentina Bonvini. Sempre con i cupcakes si giocherà nei laboratori dedicati ai bambini sulla la pasticceria creativa per l'angolo Mani in pasta! La mattina è dedicata alle scuole primarie e secondarie di primo grado con percorsi didattici mirati.

Imperdibili come ogni anno sono i Laboratori del gusto curati da Slow Food (condotta dei Galli Senoni) alla sala ex Ostello, così come le degustazioni guidate attraverso il mondo del “pane liquido: la birra” e i suoi abbinamenti a cura della associazione Amici della birra – Marca Gallica alla galleria Expò-Ex. Entrambi si svolgeranno nelle giornate di sabato 21 e domenica 22.

Per soddisfare l'acquolina in un contesto così gustoso ci sono diverse possibilità eccellenti. Si può infatti scegliere tra lo speciale menù dedicato al pane dalle trattorie e osterie del centro e lo street food stellato di Moreno Cedroni e Mauro Uliassi, a cui si aggiungono le postazioni di Fiorfrì e Bovinmarche.

Nel contesto dell’evento ormai da qualche anno si presta attenzione alla celiachia, l’intolleranza permanente al glutine, attraverso corsi e laboratori di cucina gluten free a cura dell'Aic Marche.

Particolare importanza ha quest'anno la nuova area “Idee in fermento”, coordinata da Confcommercio e Cia della Provincia di Ancona. Un ideale laboratorio di idee, con presentazioni tematiche, momenti di confronto legati al mondo agricolo e della panificazione e della filiera corta, oltre ad attività di consulenza a giovani nuovi imprenditori che vogliano intraprendere un’attività. Fra gli approfondimenti in programma ci sarà la conferenza su “I fornai neolitici di Portonovo”. Si parlerà delle più antiche comunità di agricoltori che popolavano i territori marchigiani circa 7000 anni fa e dell’eccezionale ritrovamento nelle campagne di Portonovo, di forni in terracotta, destinati alla cottura del pane e di altri alimenti.

Accanto al pane, la manifestazione da diversi anni promuove il companatico di qualità. Formaggi, salumi, olio, vino, birre artigianali, farine macinate a pietra, pasta, zafferano del Montefeltro, frutta sotto zucchero, visciole, marmellate, liquori artigianali, miele, sottolio, cioccolata e molto altro viene presentato attraverso il percorso “I prodotti della buona terra”, che ospita oltre 40 produttori agricoli selezionati. Da ammirare ci sono poi la straordinaria Cattedrale di grano realizzata per la Festa del covo che quest'anno rappresenta la Basilica del Sacro Cuore di Montmartre e le macchine della trebbiatura esposte a cura dell'A.S.D. Castellaro 2001. Presenti anche “I pani della solidarietà” con Il Giardino degli Angeli e l'Associazione Primavera.

Pane Nostrum è una manifestazione di Confcommercio e C.I.A. della Provincia di Ancona, realizzata in collaborazione con il Comune di Senigallia, Camera di Commercio di Ancona, Provincia di Ancona, Regione Marche.

Info: www.panenostrum.com






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-09-2013 alle 16:54 sul giornale del 19 settembre 2013 - 1638 letture

All'articolo è associato un evento

In questo articolo si parla di attualità, pane nostrum, pane nostrum 2012

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/RVB