Malore in mare, muore un turista napoletano di 42 anni

eliambulanza in volo 2' di lettura Senigallia 21/08/2013 - Il corpo già privo di sensi è stato visto galleggiare, con il volto riverso in acqua, a pochi metri dalla riva. A correre e a gettarsi in mare sono stati gli stessi bagnini del salvamento a mare che in pochi minuti hanno tratto a riva il corpo di un bagnante.

Purtroppo però tutti i tentativi di rianimarlo sono stati inutili. È stato un malore la causa della morte di un turista di 42 anni, Aldo Caliendo, di Napoli, che ieri stava trascorrendo una giornata di relax in spiaggia in compagnia di alcuni amici. La tragedia si è consumata intorno alle 16,30. L'uomo, secondo le testimonianza raccolte dai soccorritori, avrebbe deciso di entrare in acqua nonostante pare non sapesse nuotare ma soprattutto avesse terminato il pranzo da meno di due ore.

La probabile digestione non ancora completata e la temperatura dell'acqua piuttosto fresca dopo il maltempo di lunedì sarebbero con ogni probabilità il mix che ha provocato il malore fatale. Il 42enne infatti si sarebbe improvvisamente accasciato con il volto riverso in acqua a causa, verosimilmente, di una congestione. La tragedia si è consumata nel tratto di mare dei bagni 32, antistante l'hotel Mareblu, sul lungomare Mameli. I bagnini del salvamento a mare del Consorzio Senigallia Spiagge – Oasi Confartigianto sono subito accorsi e hanno tratto a riva l'uomo. In pochissimi minuti il presidente del consorzio Paolo Pierpaoli è corso dallo stabilimento adiacente portando un defibrillatore, che proprio da alcuni giorni è stato messo a disposizione del salvamento. Un medico ha cercato di rianimare il turista ma tutti i tentativi sono risultati inutili.

Il 42enne era già deceduto. Sul posto è arrivata anche l'eliambulanza del 118, atterrata direttamente sull'arenile dove nel frattempo erano stati smantellati alcuni ombrelloni proprio per consentire le operazioni di soccorso. Il malore fatale ha suscitato molto sgomento fra i bagnanti che hanno assistito attoniti a tutto l'accaduto. Sotto shock anche gli amici dell'uomo deceduto, increduli di quanto accaduto al loto compagno di viaggio con il quale fino a pochi minuti prima avevano riso e scherzato. In serata la Polizia, intervenuta sul posto, ha contattato i familiari della vittima per avvisarli della tragedia che si era da poco consumata nel luogo di vacanza del loro congiunto.






Questo è un articolo pubblicato il 21-08-2013 alle 17:44 sul giornale del 22 agosto 2013 - 10326 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, eliambulanza

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QRO





logoEV