Ussita: cade in una forra, escursionista senigalliese salvato sui Sibillini

1' di lettura Senigallia 19/08/2013 - Stava effettuando un'escursione con un gruppo di amici quando improvvisamente è scivolato in una forra. E' ferito ma sta bene il 30enne di Senigallia salvato lunedì pomeriggio sui Sibillini.

I. G. era in cordata, insieme ad una comitiva di amici e stava effettuando canyoning in una forra quando ha messo un piede in fallo. L'uomo è così scivolato per diversi metri nella forra fratturandosi il malleolo. Immediatamente sono scattati i soccorsi.

I. G., è stato così recuperato anche grazie all'intervento di un elicottero dell'Esercito che lo ha tratto in salvo a Val di Panico, vicino alle cascate Le Callarelle. Via terra il luogo dell'incidente è stato raggiunto anche dal soccorso alpino delle Marche. Le operazioni di recupero di I.G. sono durate due ore.






Questo è un articolo pubblicato il 19-08-2013 alle 21:45 sul giornale del 20 agosto 2013 - 4781 letture

In questo articolo si parla di cronaca, giulia mancinelli, ussita

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/QN7


Dave Stirling

20 agosto, 10:40
Chissà perchè è intervenuto l'elicottero dell'Esercito quando abbiamo due eliambulanze, "stranamente" nella stessa provincia, praticamente alla stessa latitudine in un territorio che si sviluppa principalmente da nord a sud. Quella di Fabriano "in teoria" doveva essere specializzata nel soccorso in montagna col verricello. Da Fabriano a Ussita sono 20' di volo... era forse fuori per qualcosa che l'ha tenuta impegnata per più di due ore?
Ma qui non è "Mountain Heroes"...




logoEV