Corinaldo: grande successo per il Festival Organistico Internazionale

Festival Organistico Internazionale a Corinaldo 24/07/2013 - Serata di grande fascino martedì 23, per Il Festival Organistico Internazionale a Corinaldo. La Chiesa di San Francesco era affollata da centinaia di persone, locali e turisti di ogni provenienza, italiana e straniera.

Erano presenti il sindaco di Corinaldo, Matteo Principi, il sindaco di Nettuno, Alessio Chiavetta, il vice sindaco di Senigallia Mauriio Memè e l’assessore alla cultura di Corinaldo Giorgia Fabri. In chiesa era presente anche una famiglia canadese in pellegrinaggio a Nettuno e a Corinaldo per aver ricevuto una grazia miracolosa da Santa Maria Goretti. In loro onore nel programma del concerto è stato eseguito l’Intermezzo e la Toccata dalla “Suite Romantique” (2004) del canadese Denis Bedard (1950).

Il concerto è stato bellissimo si sono alternate esecuzioni in cui il protagonista erano alternativamente l’organo Mascioni suonato da Stefano Pellini o l’arpa classica di Davide Burani. Il concerto è diventato magico quando il suono dell’organo provenendo dal coro sembrava soffiare soavemente alle spalle dell’arpa posta davanti all’altre, al centro della bella navata della chiesa settecentesca. I soni fondendosi prendevano vigore e si sostenevano a vicenda nei volumi delle navate.

Il concerto ha avuto un andamento circolare che può essere sintetizzato dalle esecuzione iniziale del “Concerto per arpa e orchestra” in Si bemolle op. 4 n° 6 di Georg Friedrich Händel (1685-1759) e del finale con “L Aria nello stile classico” di Marcel Grandjany (1891-1975).

Per ammissione degli stessi interpreti l’atmosfera è stata scaldata dalla partecipazione del pubblico, che come nel primo concerto del Portone di giovedì scorso, è stato oggetto delle erudite spiegazioni degli artisti che lo hanno introdotto alla conoscenza di ogni singolo brano. Alla fine tanto entusiasmo è stata ripagato con ben due bis di grande allegria.

Stefano Pellini e Davide Burani hanno eseguito allegramente degli arrangiamenti per Arpa e Organo della “Cavalleria Rusticana” di Mascagni dedicata all’applaudita direttrice artistica Federica Iannella e “C’era una volta il West” di Morricone dedicato al raggiante parroco di Corinaldo don Peppe Bartera, che ha ironicamente commentato “chissa’ chi gli ha detto che mi piacciono gli western?”. Scherzi a parte è stato un concerto di un livello inusitato.

Corinaldo conferma la sua grande competenza e vitalità ed un atmosfera particolare che contagia pubblico e artisti. Applausi, sorrisi, autografi e congratulazioni sono state la degna conclusione di una serata davvero gioiosa.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-07-2013 alle 16:44 sul giornale del 25 luglio 2013 - 841 letture

In questo articolo si parla di attualità, corinaldo, Festival Organistico Internazionale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PQz