Il calo di presenze incide sul commercio, Santini: 'Occorre rivalutare la città'

negozi 2' di lettura Senigallia 22/07/2013 - Il commercio risente del calo di presenze in città. Il mix maltempo e crisi economica che ha colpito il senigalliese si riversa sul commercio, già pesantemente penalizzato.

L'estate rappresenta generalmente una risorsa economica importante per i commercianti - annuncia Giacomo Cicconi Massi di Confartigianato- Senigallia è una città turistica che d'estate raddoppia la sua popolazione, è ricca di eventi e manifestazioni. Tuttavia quest'anno le presenze in città sono in calo e questo comporta numeri al ribasso anche nelle vendite”.

A luglio, con il bel tempo e i primi grandi eventi (CaterRaduno e Notte Bianca), la città è comunque tornata viva. “Il movimento in città e le aperture serali aiutano i commercianti che con i saldi intravedono qualche vendita in più- continua- La situazione però resta sempre critica”.

Pertanto i commercianti, come più volte sostenuto anche dai bagnini e dagli albergatori, ribadiscono la necessità di destagionalizzare il turismo e di programmare gli eventi in tutto il corso dell'anno. “Gli eventi servono perchè portano movimento in città e la rendono viva ed interessante- sottolineano le associazioni di categoria- Tuttavia devono essere controllati e moderati affinchè si adattino alle esigenze di tutti, giovani e famiglie, cittadini e turisti, e soprattutto invoglino e stimolino a tornare”.

Occorrono quindi per i commercianti eventi e buone politiche turistiche che favoriscano le presenze e tutto il comparto turistico al completo. “Solo controllando e moderando le manifestazioni la città può tornare ad essere sana- osserva Massimiliano Santini di Cna- Non significa farla morire ma viverla in maniera sana e nel rispetto di tutti. Così, e con l'aiuto del tempo, si possono contenere le perdite”. Perdite delle quali il commercio risente molto. “Siamo nella seconda metà del mese e la città soffre troppo della mancanza di presenze turistiche. Fattore che si ripercuote sul commercio- ribadisce- Alcuni prodotti registrano una tendenza negativa tale che i commercianti stanno valutando l'ipotesi di abbassare la saracinesca in maniera definitiva”.

Unica soluzione per risollevare l'economia senigalliese per Cna è riformulare l'offerta della città. “Non possiamo vivere appesi a due mesi d'estate o meglio al CaterRaduno e al Summer Jamboree- conclude Santini- La città va rivista e riformulata perchè se a metà luglio non c'è il sold-out è grave. Però non bisogna soffermarsi neanche su singoli episodi in cui Senigallia è apparsa costosa, inospitale e caotica. La città è altro dall'eccesso di alcol durante la Notte Bianca o dal cono gelato vietato da gustare al tavolo di un bar e va vista positivamente. Offre molto e deve essere valutata per questo, non per gli episodi negativi che in occasione di grandi eventi possono verificarsi”.






Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2013 alle 23:59 sul giornale del 23 luglio 2013 - 2241 letture

In questo articolo si parla di attualità, commercio, senigallia, giacomo cicconi massi, negozi, Sudani Alice Scarpini, massimiliano santini, estate 2013

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PKR


Sottoscrivo la presunta "scomodità" della città per chi deve arrivarci da fuori.
Molta gente dell'estremo entroterra, approfittando delle superstrade, preferisce poi fermarsi subito a Falconara andando verso Numana e Sirolo, oppure direttamente a Fano: quest'ultima, che ha iniziato a predisporre degli eventi interessanti, sta richiamando sempre più turismo, mentre Numana/Sirolo possono contare sul fascino del Conero che noi, onestamente, non possiamo avere.
Per questo serve altro.
Ci si metta pure la "pigrizia" del turista che vorrebbe arrivare, trovare posto quasi immediatamente o almeno a pochissimi minuti dalla spiaggia, non spendere cifre esose e si trova invece a spendere, farsi file, farsi sfacchinate a piedi da un parcheggio magari trovato a pagamento ma sotto il sole dopo mezz'ora di ricerca e il quadro è bello pronto.




logoEV