Paradisi sull'incarico a Cavallari: 'Ennesimo spreco politico di denaro pubblico'

Roberto Paradisi 2' di lettura Senigallia 17/07/2013 - “Trattasi di spesa indifferibile ed urgente”. Firmato il dirigente delle finanze. Il mandante è il solito Paolo Mirti che ha inoltrato la richiesta per conto di “Lui”, quel Maurizio Mangialardi che taglia le spese per l’assistenza dei disabili (l’ultimo disgustoso taglio ha riguardato il “progetto vita indipendente” attivato per due ragazzi senigalliesi) ma non lesina cascatelle di euro per i propri amici militanti di partito.

Ma qual è la spesa addirittura “indifferibile”? E’ presto detto: un nuovo conferimento di incarico a Mario Cavallari, militante del Pd, assistente in campagna elettorale del candidato Mangialardi. Al diavolo la promessa che non avrebbe percepito un solo euro dall’Amministrazione.

Pecunia non olet dicevano i latini. E così, per il fedele Cavallari, arrivano altri 3.843 euro per svolgere le funzioni di “capo-gabinetto” (Senigallia come Londra), portavoce del sindaco e per monitorare lo stato del programma. Il primo cittadino, in effetti, sembra non essere in grado di parlare per se stesso e verificare ciò che (non) ha fatto fino ad ora. Ma tant’è. Suona beffardo peraltro che la cifra stanziata per il prof. Cavallari è pressocché identica alla somma tagliata per il progetto dei due ragazzi disabili a cui è arrivata una laconica comunicazione dai servizi sociali. Il bello, come insegna la prassi del Comune di Senigallia, è che l’Amministrazione ovviamente non ha ritenuto nemmeno di espletare alcuna procedura nemmeno comparativa per l’assegnazione dell’incarico al prof. Cavallari.

Subito pronto per lui un contratto di collaborazione coordinata e continuativa. E così, dopo i casi Ratiglia, Magi Galluzzi, Pettinari … continuano gli incarichi ai militanti del Pd. Ovviamente con soldi pubblici. Consiglio dall’opposizione: per far lavorare i prossimi militanti di partito, c’è sempre la possibilità di cuocere salsicce alla festa dell’Unità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-07-2013 alle 16:24 sul giornale del 18 luglio 2013 - 6688 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, attualità, coordinamente civico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/PyC


Bene così Paradisi. Una voce fuori dal coro. Opposizione, se ci sei batti un colpo..

Tarcisio Torreggiani

18 luglio, 08:57
Mi pare che Paradisi abbia proprio ragione!

con tutti gli evidenti problemi sotto gli occhi di tutti, c'era davvero bisogno di un capo di gabinetto? o forse era preferibile fare qualche altra spesa più urgente? agli elettori l'ardua sentenza!

Purtroppo è l'ennesima prova che la classe politica andtrebbe azzerata tutta, sia a sinistra che a destr. Orami e consuetudine utilizzare il potere per fare i propri interessi e non quello dei cittadini, poi quando, per qualche voto, si avvantaggiano gli "amici" del partito a discapito delle persone disabili è a dir poco vergognoso.
Parlo in generale, non ho le prove che la cosa sia andate veramente così, però se ci fossero riscontri veritieri, mi piacerebbe avere le scuse pubbliche di chi ha fatto l'ignobile operazione con annesse le dimissioni!!!!!

stefano

18 luglio, 12:13
Mooooooolto bene benissimo Per le MERENDINE dei nostri FIGLI c'è la CRISI ma dentro IL PALAZZO altro CHE "merende "...................

Quando Paradisi ha ragione ha ragione. Tanto più ora che usa modi (appena) più moderati.
Anche io ricordo la promessa che Cavallari non sarebbe costato nulla alle casse comunali.

Commento modificato il 18 luglio 2013

La casta ingrassa e la "plebaglia" paga, così funziona, ancora non lo avete capito?

Se le cose stanno come sono scritte qui, è grave.

luigi aristide gandolfi

18 luglio, 15:37
cosi siamo arrivati alla frutta complimenti il nostro sindaco a dimostrato come si fa a fregarsene dei propri cittadini come del resto la miglior parte degli assessori ben retribuiti ma insensibili a i problemi altrui ma la colpa e nostra che stiamo zitti ( COMPLIMENTI)

Lui è bello voi (forse) no e poi con il cater.... vi compra tutti...........

per completezza:

quello segnalato da Paradisi è un rinnovo del contratto di collaborazione di Cavallari già esistente dal 20/04/2011 al 19/04/2013 (due anni) per una spesa di 11.438 Euro

il rinnovo va dal 01/05/2013 al 30/04/2014 (4697 Euro)

considerando che l'Amministrazione decadrà nella primavera del 2015, è probabile che a Cavallari sarà rinnovato un altro anno di collaborazione fino alla scadenza dell'Amministrazione, quindi prepariamoci ad un'altra incazzatura

ora: Cavallari non si è presentato alle ultime elezioni, se lo avesse fatto e fosse stato eletto Consigliere (esito molto probabile) avrebbe potuto svolgere le sue funzioni di portaordini - telefonista ricevendo il gettone di Consigliere e facendo risparmiare dei soldi al bilancio comunale

ma la vita del Consigliere (se ben fatta) è anche dura: frequenti riunioni di Commissione e Consigli Comunali da otto ore con un gettone di presenza di 26 Euro netti

molto più semplice prestare la propria opera gratis per un anno e poi farsi fare un contratto di collaborazione per gli altri quattro, nessun rischio di trombatura, nessun rapporto con gli elettori e un potere superiore a quella di tutti gli altri Consiglieri Comunali messi insieme

Io lo userei sto gabinetto per il gusto di tirare lo sciacquone e mandare nelle fogne chi se lo merita