Alcol e sballo fra i minori: l'Age, 'Bene i controlli e le sanzioni del Comune'

2' di lettura Senigallia 16/07/2013 - “Il consumo di alcol fra i minori e gli eccessi che vengono sempre di più ricercati dai giovanissimi sono un fenomeno che va arginato e e il primo responsabile resta la famiglia”. L'Age, l'associazione dei genitori, condanna fermamente quanto accaduto durante la Notte della Rotonda e plaude ai controlli e alle limitazioni rigorose introdotte dal comune per contrastare l'assunzione di alcol fra i minori.

Purtroppo durante la Notte bianca di sabato decine sono stati gli interventi del 118 che hanno trasportato giovanissimo in ospedale perchè completamente ubriachi. Ma non solo. La Municipale ha elevati multe sia ad alcuni gestori di locali perchè sorpresi a somministrare alcolici ai minori sia alle famiglie per via dei minori beccati a trasportare alcolici. Un'apposita ordinanza comunale infatti vietava anche il trasporto di alcoli in tutte le aree pubbliche del territorio comunale per arginare il fenomeno in voga tra i giovani di uscire di casa con zaini pieni di alcolici.

“E' fondamentale capire perchè i ragazzini arrivano allo sballo e agli eccessi -spiega il presidente dell'Age Alberto Di Capua- in estate c'è una recrudescenza del fenomeno legato al consumo di alcol fra i giovani che raggiunge eccessi in occasione di eventi come la notte bianca. Noi crediamo che il primo e fondamentale controllo spetti ai genitori. Le famiglie non possono non accorgersi delle condizioni in cui tornano a casa i propri figli”. Un monito viene lanciato ai gestori dei locali.

“I baristi devono fare la loro parte ed essere attenti al rispetto delle norme -continua Di Capua- in questo senso bene ha fatto il Comune ad introdurre norme e sanzioni, sia per i gestori dei locali che per i minori cosichè anche le famiglie, vedendosi notificare la multa, capiscono la gravità della situazione. I controlli devono continuare perchè sono un buon deterrente”.






Questo è un articolo pubblicato il 16-07-2013 alle 23:09 sul giornale del 17 luglio 2013 - 4260 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, alcol, minori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Pwh


alk Utente Vip

17 luglio, 06:25
Purtroppo le misure repressive non ci faranno venir fuori dal problema che resta tutto a carico delle famiglie dei minori allo 'sballo'. Che cosa sanno? Che cosa fanno? Facciamo intervenire la scuola, i servizi socio-sanitari? Il problema è che non esiste uno straccio di stategia collettiva e la famiglia è sempre più sola....

Eppure il Sindaco, esattamente un anno fa aveva annunciato.........forse si trattava del settembre 2013!
http://vivere.biz/CVD

Virginio Villani

17 luglio, 09:25
Ma non si ha mai il coraggio di affrontare il problema alla radice: la subordinazione dei valori etici ed educativi agli interessi economici da parte delle istituzioni, in questo, come in altri settori. Il resto sono solo pie intenzioni, se non ipocrisia.

Anche io ho fatto le mie brave fesserie, eppure fino a 20 anni fa la gente non si "sfasciava" di alcool tanto quanto fanno ora.
Almeno io sapevo benissimo che se avessi fatto una c@zz@t@ l'avrei pagata cara dentro casa.
I miei lavoravano entrambi e li vedevo normalmente ai pasti e qualche volta nel pomeriggio: forse adesso i genitori ci sono anche di meno, per vari motivi, oppure sono molto più permissivi.
Se devo prendere a paragone quello che leggo nei giornali, di genitori che denunciano alcuni insegnanti quando fanno valere la loro autorità verso i loro figli, ho il sospetto di averci azzeccato.

Controlli e maxi multe in arrivo: in tanti abbiamo visto cosa accade durante la notte bianca a senigallia.
Aprire il luna park a tutti e poi chiudere i giochi?.....la solita ipocrisia di un'amministrazione poco attenta al vero significato della notte bianca ma molto ai numeri.
Però ci sono i controlli fatti dalle poche forze dell'ordine che sbattono contro il minore ubriaco e con tanto di ordinanza comunale in mano eseguono e verbalizzano.
Questa sarebbe la campagna educativa-repressiva del signor Sindaco?
....molta ma molta nostalgia della Si.ra Angeloni.