Con Malika Ayane il Caterraduno saluta Senigallia. Appuntamento al 2014

30/06/2013 - Malika Ayane strega il popolo del Caterraduno e manda in estasi il Foro Annonario. E' stato un trionfo di pubblico e di spettacolo il gran finale dell'edizione numero 15 (per l'occasione diventata Xlarge) del consueto ritrovo di fine programmazione di Caterpillar, la trasmisione di Radio Due condotta dal duo Massimo Cirri e Filippo Solibello.

Sabato sera l'onore di chiudere in grande spolvero l'appuntamento senigalliese è toccato a lei. L'astro emergente della musica italiana. Malika Ayane si è presentata puntuale alle 22 sul palco del Foro Annonario dove la sera Max Gazzè aveva fatto il tutto esaurito. Un compito non facile da replicare ma lei ce l'ha fatta. Malika ha fatto ancora una volta “sold out”. Proprio come il titolo del suo nuovo programma condotto a giugno su Radio Due, la cantante di origini italo-marocchine non solo ha riempito il Foro Annonario ma ha ipnotizzato fans e spettatori per quasi due ore.

Tra la piazza dell'emiciclo e le varie vie laterali tutte stracolme, al concerto finale del Caterraduno erano almeno in 10 mila. Lei si è presentata irradiata di luce bianca. Malika ha fatto la sua comparsa in abito bianco, con un corpetto fasciatissimo e una romantica gonna a strascico di tulle. Al via della diretta su Radio Due, che ha trasmesso tutto il concerto con il commento “tecnico” dei due mattatori di Caterpillar Cirri e Solibello, la Ayane ha dato sfoggio di un repertorio che ha spaziato dai più recenti successo fino a ripercorrere le origini del suo successo. Dall'ultimo disco “Ricreazione” sono arrivati i brani presentati a Sanremo “Niente” e “E se poi”, riuscendo ad abbinare con naturalezza influenze soul, jazz e fanky.

Come nelle migliori esibizioni, la scaletta ha previsto anche un cambio d'abito. Via alla voluminosa gonna lunga per lasciare spazio ad un fasciante tubino e cambio di registro con il ritorno al passato con i successi “Sospesa”, “La prima cosa bella”, e “Come foglie”. Poco prima della mezzanotte, spenti i riflettori al Foro, il popolo del Caterraduno si è spostato in piazza Roma per i saluti finali e l'arrivederci al 2014 affidati, stavolta, alla Banda Osiris, ormai storica e immancabile protagonista del raduno.

Un'altra ora di divertimento con tutti i “big” di Caterpillar. Da Antonio Di Bella a Stefano Bollani, ai due conduttori Cirri e Solibello, affiancati quest'anno da Paolo maggioni, Sara Zambotti, Marco Ardemagni, Cinzia Poli e Natasha Lusenti. Tutta la ciurma di Caterpillar, ironizzando con riti propiziatori in vista della ripresa della trasmissione il 16 settembre, ha saluto dalla spiaggia di velluto i “caterpillariani” fra gli applausi che hanno fatto calare il sipario sull'edizione numero otto targata made in Senigallia.


di Giulia Mancinelli e Michele Pinto
redazione@viveresenigallia.it





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2013 alle 14:37 sul giornale del 01 luglio 2013 - 5135 letture

In questo articolo si parla di michele pinto, giulia mancinelli, spettacoli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/OSR