Incontro dei sindaci di Castel Colonna, Monterado, Ripe con il Sottosegretario di Stato, Bocci

sindaci di Castel Colonna, Monterado, Ripe con il Sottosegretario Bocci 2' di lettura Senigallia 13/06/2013 - Mercoledì 12 giugno si è svolto a Montecitorio l'incontro, organizzato dall'On. Emanuele Lodolini, tra il Sottosegretario di Stato con delega agli Interni On. Giampiero Bocci, il Sindaco di Castel Colonna Massimo Lorenzetti, il Sindaco di Monterado Gianni Diamantini, il vicesindaco Cristian Mazzoni, il Sindaco di Ripe Fausto Conigli, il Segretario Comunale Dott.ssa Orsillo, il Commissario straordinario per la Provincia di Ancona Patrizia Casagrande ed il Consigliare Regionale Enzo Giancarli.

Dopo il referendum consultivo, che ha dato via libera al progetto di fusione dei tre Comuni, si è reso necessario un incontro con il Governo per rispondere ad alcune importanti questioni, poste dalle amministrazioni comunali. IlSottosegretario, dopo essersi complimentato per il coraggio e la lungimiranza delle tre amministrazioni, ha affermato che il tema delle fusioni tra piccoli comuni è "un treno in movimento" che il Governo intende incoraggiarecon interventi legislativi di favore.

Riguardo allerichieste avanzate dai tre Comuni, il Sottosegretario Bocci ha dichiarato di poterne accogliere subito alcune, come quella importantissima di non applicare al nuovo Comune, che nascerà nel 2014 per fusione, le sanzioni applicabili ai vecchi Comuni, qualora nel 2013 sforassero il patto di stabilità. Inoltre per i tre Comuni non è più obbligatorio associare tutte le funzioni entro il 31 dicembre 2013.

Due aspetti molto importanti, checonsentono ai tre Comuni di poter investire le risorse accantonate sin da subito, potendo eludere di fatto il patto di stabilità già dal 2013 ed'iniziare immediatamente un percorso di semplificazione burocratica ed amministrativa. Il Sottosegretarioha confermato lo stanziamento di circa 343 mila euro l'anno, per 10 anni, come garantito dalla legge nazionale sulle fusioni, anche a fronte di futuri tagli o dell'aumento esponenziale delle fusioni in Italia.

Il Sottosegretario,infine, si è detto intenzionato a farsi promotore di un provvedimento di legge che incentivi le fusioni tra i piccoli Comuni, prevedendo alcuniincentivi, come quello di garantire per 10 anni priorità nell'assegnazione di fondi nazionali in alcuni investimenti strategici, come l'edilizia scolastica e la garanzia della salvaguardia dei presidi delle forze dell'ordine, aprescindere da qualsiasi operazione di razionalizzazione e riorganizzazione futura sui territori. L'On. Lodolini continuerà a seguire da vicino l'iter legislativo dei provvedimenti annunciati dal Governo, impegnandosi a migliorarli e a colmarne le eventuali lacune.


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-06-2013 alle 16:50 sul giornale del 14 giugno 2013 - 1251 letture

In questo articolo si parla di castelcolonna, emanuele lodolini, monterado, politica, ripe, roma, ancona, pd

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/OdM





logoEV