Hanno armi ma sono soggetti pericolosi: la Polizia sequestra fucili e carabine

1' di lettura Senigallia 25/05/2013 - Aggrediscono e minacciano in un caso i poliziotti e nell’altro i propri familiari. Sono soggetti considerati pericolosi per poter detenere armi e così gli uomini del Commissariato di Senigallia guidati Vice Questore Aggiunto Agostino Maurizio Licari hanno effettuato un maxi sequestro di fucili e carabine.

Nel primo caso si tratta di un 50enne di Monterado che, in prede all’alcol, ha aggredito verbalmente i poliziotti intervenuti per sedare una lite all’interno di un night club della zona mentre nel secondo di un 74enne di Marzocca che, colpito da gravi problemi di salute, ha assunto atteggiamenti aggressivi e violenti nei confronti dei familiari.

Pertanto in entrambi i casi, essendo venuti meno i requisiti di legge per la regolare detenzione di armi, gli uomini del Commissariato hanno sequestrato le armi che i due uomini detenevano con regolare licenza.

Al 50enne di Monterado sono state sequestrati 15 fucili, 2 carabine e 3 pistole. Al 74enne di Marzocca invece è stata sequestrata l’arma che deteneva in casa. La Prefettura provvederà ora ad emettere un decreto di revoca del porto d’armi per tutti e due i cittadini.






Questo è un articolo pubblicato il 25-05-2013 alle 13:24 sul giornale del 27 maggio 2013 - 5067 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, marzocca, montignano, sequestro, senigallia, Sudani Alice Scarpini, armi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Nqp





logoEV