Serra de' Conti: monastero verso la chiusura, il rammarico dell'Amministrazione

1' di lettura 02/05/2013 - La vicenda del Monastero delle Clarisse di S. Maria Maddalena di Serra de’ Conti, dalla sua sospensione nell’estate del 2011 alla sua probabile e definitiva chiusura di oggi, rappresenta una ferita grave per i serrani che hanno avuto per secoli un punto di riferimento importante nel Monastero e nelle Suore

Ciò è testimoniato dalle oltre 2.300 firme raccolte nella comunità a sostegno della sua riapertura. L’inaugurazione circa 10 anni fa del Museo delle Arti Monastiche, un luogo unico in Italia che “racconta” più di cinque secoli di vita claustrale, frutto del lavoro di ricerca di eminenti studiosi e del rilevante impegno dell’Amministrazione comunale e il processo di canonizzazione di Sur Maria Giuseppina Benvenuti, attestano del legame intenso e duraturo tra Comune e Monastero, nonché di prospettive rilevantissime sul piano della fede.

Per rispondere in modo adeguato ad alcuni interrogativi concreti (tutela dei beni pubblici, convenzione per il Museo, destino futuro della struttura, ecc.), il Comune incaricherà un Esperto che sarà a disposizione dell’intera comunità, anche per evitare la diffusione di notizie infondate o palesi strumentalizzazioni. A nostro parere, la questione del Monastero va affrontata con serietà e rispetto (delle persone, delle istituzioni e delle responsabilità) come abbiamo sempre fatto, ma anche con maggiore chiarezza nei confronti di tutti i cittadini di Serra de’ Conti che hanno avuto con le Suore un rapporto strettissimo, sia sul piano spirituale che della collaborazione concreta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2013 alle 16:38 sul giornale del 03 maggio 2013 - 3231 letture

In questo articolo si parla di attualità, serra de' conti, Comune di Serra de' Conti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Msn


Luigi Mencucci

03 maggio, 10:12
indispensabile e importantissimo far restare aperto il Monastero delle Clarisse di S. Maria Maddalena di Serra de’ Conti - raccogliamo le firme fino alla conferma della sua permanenza - è centro della spiritualità, di riflessione,storico, ricco di memorie - patrimonio che non va perduto - sono disposto a fare campagna di sensibilizzazione anche nei nostri circoli Acli della Diocesi -
Luigi Mencucci presidente di zona

Purtroppo tra gli auspici ed i Bisogni del Popolo di Dio e i disegni della gerarchia, c'è sempre un abisso più profondo; ma del resto uno dei punti fondamentali della nostra Fede non è forse la "rassegnazione"?!.

pazienza
se non interviene il comune con degli incarichi ad Hoc in modo tale che le monache continuino ad avere una utilita sociale per tutta la comunità, le clarisse se ne andranno
é la legge del denaro purtroppo di oggi
nemmeno gli ordini monacali sfuggono a questo