All'auditorium San Rocco il concerto 'Piano contra Hammond: Jazz in Concert Music'

paolo tarsi 2' di lettura Senigallia 26/04/2013 - In occasione della Giornata Internazionale UNESCO del Jazz si terrà Martedì 30 aprile, alle ore 21:15, presso l’Auditorium San Rocco di Senigallia, il concerto Piano contra Hammond: Jazz in Concert Music a cura del pianista, organista e compositore Paolo Tarsi che si alternerà tra pianoforte e organo Hammond in una personale rilettura di alcuni standard e nell’interpretazione di musiche da concerto (raramente eseguite) di jazzisti e compositori quali Chick Corea, Fred Hersch, William Albright, Astor Piazzolla, accanto a composizioni dello stesso Paolo Tarsi e di altri autori.

Il concerto è dedicato al ricordo di Enrico Landi, giovane chitarrista jazz di Senigallia che aveva preso parte ai concerti per la mostra “Una retrospettiva” dedicata a Paolo Cotani (Palazzo del Duca, 2011) e per la chiusura della mostra “Graffiature” dedicata ai paesaggi di Tullio Pericoli e Mario Giacomelli (Rocca roveresca, 2012). L’iniziativa ha ricevuto il benestare della famiglia Landi.


Paolo Tarsi (Senigallia, 1984) ha composto per l’auditorium Rotonda a Mare di Senigallia e per varie sale cinematografiche delle Marche musiche eseguite dal vivo durante la proiezione di film muti di Buster Keaton, Charlie Chaplin e Fritz Lang, e dopo aver scritto nel novembre 2011 le musiche per “Distanze sonore in spazi multipli”, concerto-documentario in occasione della mostra “Una retrospettiva” in ricordo dell’artista visivo Paolo Cotani, ha continuato a collaborare con musei e gallerie d’arte, tra cui la galleria Ono Arte Contemporanea di Bologna e il MAXXI - Museo nazionale delle arti del XXI secolo, dove ha partecipato a una performance di “Pendulum Music” di Steve Reich. In occasione della chiusura della mostra “Graffiature”, dedicata ai paesaggi di Tullio Pericoli e Mario Giacomelli, compone le musiche per un concerto realizzato negli spazi espositivi della Rocca roveresca di Senigallia, fondando il Nieuwe Kunst Ensemble.

Dedicatosi alla ricerca musicologica, rivolge particolare attenzione alla musica del secondo Novecento, ai rapporti tra musica e altre forme d’arte, e all’influenza esercitata dalle avanguardie colte sui linguaggi pop. Dal 2010 fa parte del collettivo ‘Argo’ che riunisce giovani scrittori, critici, giornalisti, grafici e artisti, scrivendo regolarmente per varie testate, tra cui “Il Corriere Musicale” (www.ilcorrieremusicale.it) e “Argo, rivista d’esplorazione” (www.argonline.it).

Nel 2012 ha conseguito il Certificate of Advanced Studies (CAS) in Musica elettronica e Sound Design presso il Conservatorio della Svizzera italiana di Lugano e successivamente è stato invitato a partecipare all’International Summer Academy for Young Composers di Haarlem (Olanda) dopo aver inviato una sua composizione. Recentemente ha preso parte, in Svizzera, alla quarta edizione del Gwenfestival – Festival Internazionale di Musica e Radiofonia conducendo una puntata del programma radiofonico Der UnHeilige Morgen dal titolo “Patina o polvere? Il mattino profano da John Cage alla Postminimal music”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-04-2013 alle 18:22 sul giornale del 27 aprile 2013 - 1347 letture

In questo articolo si parla di jazz, senigallia, spettacoli, concerto, unesco

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Mg1