Clandestini scaricati da un camion al Ciarnin, otto afgani riconosciuti rifugiati politici

Carabinieri 1' di lettura Senigallia 19/04/2013 - Sono stati sorpresi dai Carabinieri subito dopo essere stati "scaricati" da un camion lungo la statale, all'altezza del Ciarnin. Otto clandestini, di nazionalità afgana, hanno chiesto lo status di rifugiati politici.

Giovedì 18 aprile, alle ore 19.30 circa, a Senigallia, una chiamata anonima al 112 segnalava che in quel frangente, al Ciarnin, lungo la statale Adriatica, un camion aveva appena scaricato otto uomini, presumibilmente extracomunitari, clandestini. Gli extracomunitari, subito localizzati dalle pattuglie della Stazione dei Carabinieri di Marzocca e del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Senigallia, sono stati accompagnati presso la caserma di Via Marchetti per le operazioni di foto-segnalamento ed identificazione.

Espletati gli accertamenti, i clandestini sono stati condotti in ospedale per essere sottoposti a visita medica e trasferiti presso il centro Caritas di Senigallia che, per la particolare circostanza, ha assicurato la propria disponibilità all’accoglienza. Il giorno successivo, alle 9:00 circa, i Carabinieri hanno accompagnato gli extracomunitari, risultati afghani, presso la Questura di Ancona, affidandoli agli operatori per l’attuazione dei provvedimenti amministrativi di competenza.

Nel pomeriggio, intorno alle 11:15 circa, i militari, dopo che presso la Questura gli otto cittadini afghani si sono dichiarati rifugiati politici, li hanno accompagnati presso il centro di accoglienza “C.A.R.A.” di Arcevia, dove gli stessi sono stai accolti.






Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2013 alle 18:41 sul giornale del 20 aprile 2013 - 1069 letture

In questo articolo si parla di arcevia, cronaca, giulia mancinelli, carabinieri, clandestini, forze dell'ordine

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/L17