Il modello di autocostruzione sperimentato a Senigallia diventa materia di laurea

complesso residenziale in autocostruzione di Cesano 17/04/2013 - Il progetto di autocostruzione sperimentato con successo a Senigallia diventa materia di tesi di laurea. La tesi, presentata dalla studentessa Giulia Varano, ha ottenuto 110/110 alla facoltà di Architettura Tecnica presso la Facoltà di Ingegneria Edile - Architettura U.E. dell'Università La Sapienza di Roma.

Il lavoro ha visto la collaborazione del Consorzio ABN, partner insieme al Consorzio di Solidarietà, del modello di autocostruzione associata e assistita, felicemente conclusa a Cesano di Senigallia lo scorso novembre con la consegna delle chiavi.

Il progetto "Le mani, per vivere insieme" realizzato a Cesano di Senigallia, è stato promosso dal Ministero del Welfare, dalla Provincia di Ancona e dal Comune di Senigallia, ed ha suscitato un gran interesse sia da parte della stampa locale sia da quella nazionale tanto che anche la RAI ha dedicato all’esperienza un servizio nella trasmissione di Uno Mattina. Interesse che sta coinvolgendo anche le Università di Ancona e di Urbino e le amministrazioni comunali anche di altre regioni che hanno fatto visita al cantiere per capire come replicare l'esperienza nei propri territori, colpiti soprattutto dai bassi costi delle case e dagli aspetti sociali del progetto.

“Le mani per vivere insieme” ha infatti dato la possibilità a 20 famiglie, 10 comunitarie e 10 extracomunitarie, di partecipare alla costruzione della propria casa, acquistandola ad un prezzo che è meno della metà di quello di mercato. Si tratta di case di qualità elevata anche dal punto di vista energetico: Classe B – Itaca 2.2.  Un modello di sviluppo che si basa sull’unione, il sostegno reciproco e la cooperazione. E dunque un nuovo modello in alternativa a quello speculativo, che permette a molte persone di accedere al diritto alla casa attraverso un processo di integrazione tra diverse culture.





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2013 alle 13:38 sul giornale del 18 aprile 2013 - 2352 letture

In questo articolo si parla di attualità, comune di senigallia, senigallia, cesano, complesso residenziale in autocostruzione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è http://vivere.biz/LUe


Matteo

18 aprile, 09:11
Vorrei lo potesse diventare anche quello di Filetto (RA): http://matteo-equilibrio1.blogspot.it/
@autocostruttore

Luigi Alberto Weiss

19 aprile, 08:49
E' il quartiere più brutto della costa. Le case sembrano scatoloni. Un po' di bellezza non costava tanto metterla. Come fanno a viverci.