La Amati (Pd): 'In caso di neve le Marche rischiano il blocco ferroviario'

Silvana Amati 1' di lettura Senigallia 07/02/2013 - Le notizie circolate in ordine ai disagi per la rete ferroviaria delle Marche in caso di neve, sono particolarmente gravi.

Il fatto che il Piano di emergenza-neve 2013 di Trenitalia non riconosca la peculiare condizione a rischio della Regione Marche nel periodo invernale, ha suscitato giustamente allarme fra i cittadini e presso le Istituzioni locali".

Ad affermarlo è la senatrice Pd Silvana Amati, candidata alle elezioni politiche 2013. "Condivido dunque la posizione della Regione: alle Marche va riservato lo stesso trattamento delle altre regioni più esposte in caso di maltempo. Occorre - continua la parlamentare democratica - garantire il ricorso a corse ‘raschia ghiaccio’ in caso di precipitazioni nevose; riduzioni del numero delle corse sono accettabili solo in casi eccezionali e purché concordate con la Regione. Giusto anche il ventilato ricorso a sanzioni contrattuali in caso di comportamenti non conformi da parte di Trenitalia". "È dunque indispensabile - aggiunge Amati - l’inserimento della regione Marche nel Piano di emergenza 2013 e che venga disposto tutto quanto necessario per tenere operative le linee ferroviarie della Regione, a cominciare da quella della dorsale adriatica in entrambe le direzioni”.

"E' assolutamente indispensabile - conclude Amati - che nel prossimo Parlamento si affronti in modo più deciso l'isolamento che le Marche rischiano dal taglio di corse e servizi che quotidianamente vedono Trenitalia considerare i cittadini delle Marche come cittadini di serie B".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-02-2013 alle 16:39 sul giornale del 08 febbraio 2013 - 840 letture

In questo articolo si parla di silvana amati, politica

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/I0N