Lutto nella medicina, è morto il dottor Marco Piccioni

1' di lettura Senigallia 31/01/2013 - Lutto nel mondo della sanità. E' morto all'età di 62 anni il dottor Marco Piccioni, noto professionista molto conosciuto e stimato in città.

Piccioni si è spento all’Istituto Scientifico Romagnolo per la Cura dei Tumori di Meldola, in provincia di Forlì e i funerali si sono svolti martedì mattina nella Chiesa delle Grazie in forma privata per volontà della famiglia. Figura nota ed apprezzata in città, Marco Piccioni si era laureato in medicina e chirurgia all’Università di Bologna con 110/110 e lode e dopo la specializzazione in medicina interna, tisiologia e malattie dell’apparato respiratorio all’Università di Parma, si era anche diplomato in elettroagopuntura ed in omeopatia.

Conosciuto e stimato anche tra i volontari del Pronto Soccorso, dove svolgeva il ruolo di docente presso la scuola allievi di Pronto Soccorso ed ai corsi aziendali O.C. di Senigallia, Piccioni ricopriva anche il ruolo di dirigente dell’ospedale oltre ad essere il responsabile dell’ambulatorio di fisiopatologia respiratoria e di allergologia di Senigallia. Per molti anni il medico aveva prestato servizio anche al centro Avis per la donazione del sangue. Piccioni è stato anche tra i primi ad occuparsi delle intolleranze alimentari.

Motivo di vanto per i dirigenti dell’Asur ZT4, Marco Piccioni era considerato dai suoi superiori e colleghi, un’eccellenza dell’Ospedale di Senigallia. La notizia della sua morte non è stata divulgata per volere dei suoi familiari, che si erano chiusi per affrontare insieme al medico la sua malattia, che già da un po’ di tempo lo aveva costretto a lasciare il lavoro in ospedale.






Questo è un articolo pubblicato il 31-01-2013 alle 23:58 sul giornale del 01 febbraio 2013 - 22745 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ITd


Maurizio Tisba

01 febbraio, 08:18
Già la notizia della sua malattia causò in tutti noi un grande dispiacere. Dispiacere che si è trasformato in profondo dolore quando abbiamo saputo della sua morte. Un dolore sincero, quello che si prova quando si perde un amico. Sì perchè quel dottore del Centro trasfusionale, pur rispettandone il ruolo, la professionalità, la competenza, ogni lunedi per noi donatori dell'Avis di Arcevia, si trasformava in amico, quello di cui ti puoi fidare ciecamente, quello che ti consiglia, ti sorride, con cui si condivideva il percorso della solidarietà, della donazione di sangue. Sono certo che la nostra Avis e tutte quelle dello zonale, sono cresciute anche grazie a lui e al suo lavoro. A nome dei componenti del consiglio direttivo e di quei donatori che non leggeranno questo articolo, voglio fare le condoglianze alla moglie e a tutta la sua famiglia, ricordandolo come una persona veramente speciale, quel grande amico col sorriso sempre pronto. Ciao Marco. Maurizio Tisba.

Emanuela Piccioni

01 febbraio, 09:26
Voglio precisare che il silenzio e la scelta di celebrare i funerali in forma strettamente privata non rappresentano la volontà dei "familiari" ma una richiesta precisa di mio padre Marco Piccioni. Prima di scrivere questo articolo "inventando" la forma e i modi di svolgimento dei fatti era doveroso interpellare i familiari.
Cordialmente, Emanuela Piccioni

Capiamo il vostro particolare momento di dolore ma non condividiamo il tono di questo commento. Quando si dice "la volontà dei familiari" ovviamente si fa riferimento anche a quelli che erano i desideri del proprio congiunto che certamente avrà condiviso con la famiglia.
La redazione

Luciano Di Marcelli

01 febbraio, 10:26
Voglio esprimere il mio dolore personale e quello della Sez, AVIS di Senigallia per la prematura scomparsa del Dr. Marco Piccioni. Oltre a ricordarlo quale figlio di Adriano mio ex collega di lavoro di lavoro e mio predecessore nella carica di Segretario della Sezione AVIS,ricordo Marco per la sua generosità e spirito di collaborazione, nonchè per la sua affabilità nei rapporti con i donatori di sangue. La sua vita avisina é stata pienamente dedicata a tenere vivo il concetto della donazione. Pur essendo venuto casualmente a conoscenza del suo stato di salute, ho voluto rispettare fino all'ultimo la sua volontà di riservatezza; ma ora penso sia giusto ricordare a quanti lo hanno conosciuto le sue straordinarie doti e soprattutto la sua giovialità.
Ciao Marco da tutta la famiglia AVIS di Senigallia

Luca Lenci

01 febbraio, 11:17
Un professionista serio, una persona gentile che "alleggeriva" spesso con una battuta la mattinata al centro trasfusionale, una assenza che si sentirà. Ciao dottore, la terra ti sia lieve

QUINTAVALLE MAURO

01 febbraio, 11:59
1 GRANDE PERSONA, CI MANCHERA QUANDO ANDREMO AL CENTRO TRASFUSIONALE.INSOSTITUIBILE.

Rodrigo Forlani

01 febbraio, 11:59
Condivido il momento di dolore dei familiari. Aggiungo dicendo che oltre ai familiari ci sono molte altre persone che hanno voluto bene a Marco e avrebbero voluto porgergli l’ultimo saluto. Quanto scritto sull’articolo “molto conosciuto e stimato in città” è una cosa vera e non ipocrisia.

Giovanni Campolucci

01 febbraio, 12:35
Semplicemente fantastico.un modello.un esempio
Grazie del tuo sorriso,simpatia e disponibilità
Ciao Dottore

Giovanni Campolucci

Kit Utente Vip

01 febbraio, 13:31
Sono profondamente addolorato dalla scomparsa di Marco, caro amico e professionista e uomo esemplare nel lavoro e nella vita. Porgo le più sentite condoglianze a tutta la sua famiglia.

Luzi Piero

andreaansuini

01 febbraio, 15:10
ciao marco, ci mancherai come amico e collega, un abbraccio a tutta la famiglia

Un operatore dell'ospedale

01 febbraio, 17:39
In casi difficili come questo si rischia sempre di risultare banali nell'esprimere la propria afflizione e, soprattutto, nel ricordare la persona che ci ha lasciati. Ma se una persona può essere ricordata per la propria giovialità e cordialità, questa è proprio il Dr. Marco Piccioni: sempre sorridente, estremamente cortese e pronto allo scherzo. E questo è un patrimonio che non andrà mai perduto né dimenticato.
Tutta la solidarietà e la vicinanza possibile ai suoi familiari, perché l'altra faccia dell'amore è purtroppo proprio il dolore lancinante quando si perdono le persone più care.

LE PIU' SENTITE CONDOGLIANZE A TUTI I FAMILIARI DEL Dott. PICCIONI, VORREI DIRE LORO CHE ANNO AVUTO L'ONORE DI AVERE AL LORO FIANCO UNA PERSONA SPLENDIDA.
F.to DA UNA PERSONA CHE NEL LUNGO PERIODO DI MILITANZA ALL'AVIS (COME DONATORE) NON HA MAI LASCIATO QUEL CENTRO SENZA UN SORRISO.

Francesco SIMONCIONI

01 febbraio, 20:28
Ho avuto modo di conoscere il dr. Piccioni sia come donatore, che come paziente, vorrei testimoniare la grande umiltà ed umanità che metteva nello svolgere il suo lavoro.
Ci mancherà, sentite condoglianze alla famiglia.

Roberto Coppola

01 febbraio, 21:40
Un sentito messaggio di cordoglio alla famiglia dell'amico Marco Piccioni con il quale ho condiviso la mia adolescenza e che ho continuato ad apprezzare nella sua professione di medico. Una grande persona. Ciao Marco

Gabriella Romano

02 febbraio, 08:11
Le sue lezioni in Croce Rossa, le ricordo con molto piacere, tra le più interessanti.Soprattutto ,con la sua simpatia ,il Dott. Piccioni ci faceva passare le ore, senza neanche accorgerci del tempo che scorreva. Una persona meravigliosa, con un sorriso e un'energia positiva. Sono vicina alla famiglia con il cuore e la preghiera <3

Gianluca Antoni

02 febbraio, 08:10
Marco, un uomo di cuore, un medico come dovrebbero essere tutti, che ti considerava persona e non paziente. Il tuo sorriso e la tua umanità ci mancherà!

Mi sembra ieri quando, come ogni volta che vado a donare il sangue e varco la soglia del centro trasfusionale di Senigallia, noto un clima di amicizia, di distensione, il Dr. Piccione sta mettendo tutti di buon umore con la sua serenità, la sua simpatia, il suo carattere solare e contagioso......
Ha una parola per tutti ed é sempre quella giusta.

Mi sembra ieri quando con mia moglie siamo andati da lui preoccupati per un mare di esami e controlli medici da fare per una futura adozione, il Dr Piccione ci ha aiutati dandoci i nomi dei colleghi da poter contattare ed è riuscito, come solo lui sa fare, a sdrammatizzare la situazione e a darci una parola d'incoraggiamento che ci ha fatto tornare la carica giusta!!!
Oggi siamo genitori adottivi di un meraviglioso bambino che gli abbiamo fatto conoscere ad agosto del 2011 appena arrivato in Italia.

Il Dr. Piccione era una persona speciale, unica, non sono mai riuscito a vederlo di malumore, era sempre impeccabile, sorridente, di una professionalità straordinaria.

Ogni volta che andrò a fare la mia solita donazione di sangue sentirò un vuoto che difficilmente riuscirò a colmare, è impossibile sostituire una persona unica come era lui.

Claudio Scillieri

stefania benvenuti

18 febbraio, 14:15
Ho conosciuto questo straordinario medico quasi dieci anni fa per un ciclo di agopuntura. Dopo qualche anno sono tornata per lo stesso motivo. Ne ho un ricordo bellissimo, l'ascolto attento alla persona credo fosse la sua principale dote. Lì, con lui, ti sentivi vista e ascoltata. Ho condiviso questa opinioni con tutte le persone che per motivi vari l'hanno conosciuto. Un esempio di vita e di dedizione alla professione.
Un abbraccio simbolico e rispettoso alla famiglia