Maurizio Perini aderisce all'Udc

Maurizio Perini 1' di lettura Senigallia 11/01/2013 - Dopo alcuni mesi di contatti, incontri e dialogo franco a chiaro sulla prospettive politiche comuni, ho deciso di aderire al progetto dell’UdC, che rappresenterò in consiglio comunale con il simbolo “UDC Scelta civica Per Senigallia”.

Un progetto che rappresenta un punto di partenza e non certo di arrivo per me e per gli amici che mi hanno accompagnato finora che ho voluto incontrare personalmente prima di prendere questa importante decisione. Abbiamo convenuto nella cena informale di pochi giorni fa, sulla necessità di dare voce e rappresentanza ad un elettorato che a Senigallia non ne aveva più e di lavorare su un progetto civico di coinvolgimento delle persone che fino a questo momento non avevano preso parte direttamente alla politica.

Il richiamo nel simbolo che a brevissimo verrà presentato alla Presidenza del Consiglio per la costituzione del gruppo non è solo formale, ma progettuale per incidere da subito nei meccanismi decisionali e di indirizzo della città. Famiglia,cultura e tutela del territorio con la volontà di includere tutte le persone di buona volontà che credono in Senigallia e nelle sue capacità di superare la crisi. La decisione presa congiuntamente con i membri della segreteria locale e d’intesa con quella provinciale dell’UdC, darà il via ad un percorso di aggregazione sui Valori e le idee in maniera sinergica e democratica rispetto alle forze della società civile e dell’associazionismo che costituiscono la spina dorsale della città e il cui potenziale deve sempre più essere liberato.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-01-2013 alle 14:23 sul giornale del 12 gennaio 2013 - 2244 letture

In questo articolo si parla di politica, maurizio perini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/H7u


Credo che se uno viene eletto grazie ad uno schiramento ed al suo relativo programma, in consiglio com. debba rappresentare questi e basta.
Se poi decide di cambiare casacca libero di farlo ma penso sia corretto lasciare il posto al primo degli eletti della lista di appartenenza, al massimo restare ma in un gruppo misto, non rappresentare altri schieramenti.
Signor Perini certi modi di fare (dove trovo un buco mi infilo) non mi piacciono tantomeno mi fanno ridere.

Pirate82

11 gennaio, 20:32
Commento sconsigliato, leggilo comunque

Maurizio Tonini Bossi

12 gennaio, 07:13
Caro Maurizio, ho immaginato che la tua esuberante giventù o prima o poi ti avrebbe portato nell'area dei progressisti; cosa ci fai tu con Casini, Fini e Montezemolo ? non ti sarà semplice spiegarlo !!

La mia considerazione non vale solo per Perini ma in generale.
Per quanto riguarda fatti non p.....
Pirate82 tu forse ne sai qualcosa; io mi diletto in altro modo.

Sotto le armi, passare col nemico era considerato alto tradimento. Adesso è diventato un vanto.
E poi, chi c...o è sto Perini?

Dalla foto senbra uno felice: beato lui.....

Giorgio Quadraroli

13 gennaio, 09:14
ERA ORA!!! Ben fatto Maurizio, sono da sempre democristiano e dopo l'intervento di Casini di ieri sera su La7 un po' più montiano. C'è ancora chi si i conosce in categorie ideologiche sia a sx che a dx, penso che la sfida sia tra riformisti e populisti.........è non c'è dubbio chi vincerà!

Signor Quadraroli dovresti desumere e non presumere, chi vincerà si vedrà il giorno dopo le votazioni o no?
Mica queste sono le primarie del Pd dove troppo era scontato!!!!!
Non essendo io un "riformista" (siamo proprio sicuri che Dalema, Bersani Bindi, Casini ecc. ecc. siano riformisti? non l'hanno mai dimostrato!)non mi considero affatto un "populista".
Quindi certe etichette tienitele per te.

Giorgio Quadraroli

13 gennaio, 18:12
Egregio sig LATOTOLA, avverto subito che non mi permetterò più di interloquire su queste pagine in quanto non mi piace farlo con anonimi, comunque se si è sentito parte in causa del mio commento e' un suo problema in quanto non conoscendola !!!........oppure???......non penso che Bersani sia un riformista e penso che Berlusconi sia l principe dei populisti, da che parte sta Lei non mi interessa e comunque ritengo che in n paese libero si possa dire quello che penso sulla politica come e quando mi pare quindi non tengo nulla per me anzi tutt'altro
Cordiali saluti

Off-topic

Signor Quadraroli, Lei può dire quello che vuole, e deve permettere agli altri di risponderLe, io scrivo in forma anonoma come tanti altri su questo giornale (la redazione sa chi sono, quindi in caso ...ho ugualmente responsabilità civili) come in tanti altri giornali, quindi non vedo dove potrà interloquire.
Lei non ha dato del populista a me, ma, e questo non mi va bene, a milioni di italiani che non la pensano come Lei.

P.S. Mi permetta, io non conosco Lei e il suo nome non lo posso associare a niente altro che a quello che ha scritto, quindi ho fatto degli appunti allo scritto non all'uomo Giorgio ecc. ecc.
Per quello che mi dice il nome Giorgio Quadraroli potrebbe anche essere un nome di fantasia....., se al posto di latotola avessi scritto come Adalberto Filipponi cambiava qualcosa????????
(credo di no io non conosco Lei e Lei non conosce me se non per quello che scriviamo, che poi è quello che conta o per Lei conta il CASATO?)
Contraccambio i suoi (genuini?)cordiali saluti

Giorgio Quadraroli

15 gennaio, 08:32
I cordiali saluti sono sempre genuini




logoEV
logoEV