Poesie: ‘L Natal’, com’ vulem’ ch’ sia

presepe 1' di lettura Senigallia 21/12/2012 - Quest'anno auguriamo ai nostri lettori buon Natale con questa poesia in dialetto senigalliese di Franco Patonico. Tutte le altre poesie in dialetto di Franco le trovate su Poesie Senigalliesi.

P.r quant’ n’hann’ scritt’ o raccuntat’,
n’ c’è mai stata ‘n’ antra storia ugual’;
‘l mond è vera ch’ s’è amud.rnat’,
ma è armast’ l’event’ più uriginal’.

Č sem’ capiti, v’ parl’ d.l Natal’
ch’ ma tutt’ l’ p.rson’ dà ‘n arcolta,
p.rché quest’ e ‘n giorn’ ecc.zziunal’
cusì bell’, cum’era bell’ ‘na volta.

La pulittica st’ann’ č’avria smusciat’,
ma l’ fest’ sp.ram’ ch ‘ mand.n’ via
sta crisi ch’ ma no’ č ’ ha ‘n po’ scucciat’.

Foss’ aculmò o com’ vulem’ ch’ sia,
sper’ tant’ ch’ ‘l Natal’ m’ avrà scacciat’
la micragna luntan’ da casa mia.

Franco Patonico






Questo è un articolo pubblicato il 21-12-2012 alle 23:59 sul giornale del 24 dicembre 2012 - 5682 letture

In questo articolo si parla di cultura, redazione, natale, poesie, presepe e piace a dragodargento

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/Hk9

Leggi gli altri articoli della rubrica poesie