Svolta nelle indagini su tre furti in appartamento: denunciati due albanesi e uno studente

Lorenzo Marinaccio 2' di lettura Senigallia 06/12/2012 - I Carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile della Compagnia di Senigallia, diretta dal capitano Lorenzo Marinaccio, hanno individuato alcuni autori di due furti in abitazione commessi a Senigallia nelle scorse settimane.

Il 6 novembre, in Via Palestro, tra le 07.30 e le 18.15, ignoti sono entrati in una abitazione passando per la porta finestra della cucina al piano terra lasciata aperta, rubando gioielli in oro. Duranti il sopralluogo sul posto, i Carabinieri hanno trovato delle impronte digitali che, confrontate con quelle già presenti nel loro archivio, ha consentito di identificarne il proprietario. Si tratta di S.A., albanese di 38 anni, clandestino, senza fissa dimora.

Storia simile anche per il furto in un'altra abitazione avvenuto il 9 novembre. Tra le 18.10 e le 18.40, i ladri si erano introdotti in Via Bolzano forzando la porta di ingresso secondaria situata sulla parte retrostante dello stabile, riuscendo così a rubare oro e 70 euro in contanti. Sempre grazie alla comparazione delle impronte digitali trovate sul posto, i militari hanno identificato come autore del furto H.E., anche lui albanese, 21enne, residente a Forlì, pregiudicato. I due albanesi sono stati denunciati per furto aggravato.

Completamente diverso è il caso del furto in abitazione avvenuto il 7 agosto in Via Monteverdi dove furono trafugati monili in oro. In quella circostanza, inizialmente la vittima del furto non era stata in grado di fornire elementi utili alle indagini nè erano state riscontrate impronte utilizzabili. Solo grazie all'insistenza di militari, che hanno ascoltato nuovamente la vittima, sono emerse elementi che hanno portato alla denuncia. I Carabinieri sono arrivati alla conclusione che ad aver compiuto il furto era stato un nipote della vittima, G.B., 26enne, senigalliese, studente. Inoltre, la vittima aveva già denunciato quel nipote anche per percosse e minacce gravi. Il giovane infatti era stato sorpreso mentre rubava e così aveva reagito aggredendo il parente. Alla fine G.B. è stato denunciato per furto aggravato, percosse e minacce gravi. Al momento le indagini sono tuttora in corso per giungere, se possibile, al recupero della refurtiva.






Questo è un articolo pubblicato il 06-12-2012 alle 17:10 sul giornale del 07 dicembre 2012 - 3375 letture

In questo articolo si parla di cronaca, furti, giulia mancinelli, lorenzo marinaccio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GXh


Duccio Paci

06 dicembre, 22:06
Visto che vi divertite a fare il profiling delle persone, espressione prodromica del razzismo, studente di che nazionalità è? di Studia?

ghost Utente Vip

07 dicembre, 12:26
Nell'articolo c'è scritto che lo studente è senigalliese.

Penso non sia difficile dedurre la nazionalità.

Ormai la parola razzismo la si mette dappertutto, come stress e privacy.
Sarò razzista se mi stanno sulle scatole quelli che scrivono commenti senza leggere gli articoli e per fare sterile polemica?
O quelli che confondono il profiling con le schedature di staliniana memoria?




logoEV