Barriere architettoniche da eliminare, la lettera di Maurizio Tonini Bossi

1' di lettura Senigallia 28/11/2012 - Di seguito la lettera inviata da Maurizio Tonini Bossi agli assessori Memè e Ceresoni in merito alle barriere architettoniche da eliminare a Senigallia.

Gentilissimi Assessori Memè e Ceresoni, mi trovo spesso a frequentare Via R.Sanzio civico 205 e più di una volta ho trovato persone in difficoltà per la presenza di barriere architettoniche. In effetti esiste uno "scivolo" impraticabile per la ostruzione realizzata con una fioriera.

Ho chiesto informazioni sia nella Banca sia nel negozio indicati e mi è stato riferito che la fioriera ha lo scopo di evitare l'uso dello "scivolo" pericoloso (è vero!); successivamente non si sarebbe intervenuti per normalizzare la situazione in quanto (così mi è stato riferito) si tratta di una proprietà/ condominio privato e in quanto tale non avrebbe nessun obbligo di Legge.- Mi sembra, al contrario, di poter affermare che quel condominio, ancorchè privato, sia completamente e chiaramente destinato ad uso pubblico multifunzionale; chi accede alle attività insediate credo abbia tutto il diritto di pretendere il rispetto delle norme garantiste della "accessibilità, adattabilità e visitabilità" di quel condominio privato".

Vi pregherei di voler cortesemente intervenire (se non erro !), per il rispetto delle norme quì appresso riportate.-








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2012 alle 18:42 sul giornale del 30 novembre 2012 - 2792 letture

In questo articolo si parla di attualità, maurizio tonini bossi, senigallia, barriere architettoniche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GCY





logoEV
logoEV