Consiglio caldo: respinte le dimissioni della Paci, ma Mangialardi bacchetta il Pd

Maurizio Mangialardi 3' di lettura Senigallia 28/11/2012 - Seduta consiliare calda per la presenza di mozioni che chiedevano le dimissioni dell'assessore al bilancio Francesca Paci, del dirigente al turismo Paolo Mattei e anche del sindaco Maurizio Mangialardi.

La seduta si è subito animata con la richiesta di inversione dell'ordine del giorno bocciata dal sindaco ma passata con i voti anche del neo capogruppo Pd Ilaria Ramazzotti.

“Avrei preferito discutere prima di scelte importanti per la città come le variazioni di bilancio piuttosto che di mozioni sfiducia che sono solo pretesti politici -ha detto Mangialardi- ma i consiglieri sono liberi di votare come credono”. Le prime due mozioni discusse sono state per le dimissioni dell'assessore alle finanze Francesca Paci chiesta dal Pdl-ppe per “l'errato calcolo sulla previsione di incasso della tassa di soggiorno” e da Partecipazione e Rifondazione Comunista per la “mancata rendicontazione delle spese sostenute dall'Associazione Summer Jamboree con il contributo comunale”.

“Non è vero che le cifre gonfiate si sono tradotte in un buco di bilancio -replica l'assessore Paci- le entrate correnti, tra bilancio previsionale e assestato, sono +2,66%. All'interno delle singole voci poi ci possono essere dei discostamenti ma abbiamo sempre detto che la nuova imposta di soggiorno sarebbe stata di difficile gestione. A febbraio, quando gli operatori presenteranno le dichiarazioni, sapremo il perchè del minor gettito. Oggi possiamo avanzare alcune ipotesi. Ad esempio le presenze alberghiere, dove la tassa di soggiorno era più elevata, hanno registrato un calo del 6% trasferito nell'aumento dell'extralberghiero, dove la tassa era più bassa. Poi c'è tutto il capitolo delle esenzioni dalla tassa che va calcolato”.

Circa poi l'incremento di 37 mila euro per il 2012 assegnato al Summer Jamboree la Paci osserva come il maggior contributo “sia stato approvato a giugno in Consiglio e in quella sede nessuno ha sollevato problemi”. Inoltre, la Paci precisa che, “come chiesto dagli operatori turistici stessi, la tassa di soggiorno sia stata destinata a coprire il contributo per finanziare il Summer Jamboree”.

Le dimissioni non si chiedono degli assessori ma del sindaco semmai -ha detto Mangialardi- ma qui stiamo parlando di pretesti solo politici. La tassa di soggiorno è stata concordata e condivisa dagli operatori e l'abbiamo applicata con lungimiranza. In quanto al Summer Jamboree è assolutamente falso che sono stati tolti fondi al sociale in favore dell'evento. Grazie alla convenzione siamo riusciti a tenere in città l'evento chiesto dagli operatori stessi”.

Il sindaco ha “bacchettato” anche il consigliere Pd Simeone Sardella che aveva ammesso un “leggerezza nel controllo del rendiconto del Jamboree” invitandolo ad “andare alla corte dei Conti insieme al Pdl”. Al momento del voto della sfiducia il Pdl-ppe ha ritirato la mozione e i consiglieri sono usciti dall'aula (contrariati del mancato voto segreto). Le dimissioni della Paci sono state respinte con 19 voti contrari e 6 a favore.






Questo è un articolo pubblicato il 28-11-2012 alle 23:54 sul giornale del 29 novembre 2012 - 2712 letture

In questo articolo si parla di giulia mancinelli, politica, consiglio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/GDj


...dal che si deduce che la democrazia, anche a Senigallia, è ben altro. Ma che lo scrivo a fa'? Non è una notizia, è noto da tempo.

E deduco pure che, come in molti avevano previsto - ma non il Sindaco e l'assessore Paci (e qui sta la toppata più clamorosa, sia nella decisione di introdurre l'imposta, sia nelle previsioni sul suo gettito palesemente a ciccio di sellero) -, l'imposta di soggiorno ha penalizzato il turismo alberghiero, vale a dire il tipo di turismo a maggior valore aggiunto per la città.

E, infine, deduco anche che se un consigliere vota Renzi il sindaco se la lega al dito. Ma pure questa "non è una notizia", come direbbe il redattore di un giornale.

P.S. Dimenticavo, sbaglio o qualcuno ha dato del "fascista" a Monachesi che s'è incavolato come un bufalo, gettando alle ortiche il suo consueto a plomb britannico alla Monti? A che proposito, l'evento? Forse per non aver concesso il voto segreto sulle richieste di dimissioni, o cosa?

Aggiungo altre due considerazioni:

1) mi pare che l'immondo renziano, Simeone Sardella, abbia respinto "con riserva" - o come si dice tecnicamente - le dimissioni della Paci e di Mattei, giustamente facendo mettere a verbale che il dovere di far rispettare la convenzione c'era tutto. In altre parole, l'opposizione ha ragione quando dice che c'è stata omissione. Mi stupisce che Giulia Mancinelli non l'abbia scritto. In questo caso la notizia c'è, eccome! Come mai, Giulia?

2) della stratosferica TOPPATA sul conteggio degli oneri di urbanizzazione, che contribuisce a farci ritrovare con NOVE MILIONI di buco di bilancio su un tolale che, se non sbaglio, si aggira sulla cinquantina (a proposito, ne vogliamo parlare?), nessuno dice niente? Che l'edilizia fosse in crisi era palese DA TEMPO, che il costrutture del complessp Sacelit fosse nelle pezze, pure! E allora COME CAVOLO avete fatto a stimare cifre ASSOLUTAMENTE irrealistiche?

In sintesi, siete sicuri di avere i numeri per governare una città complessa come Senigallia? Eddai... meditateci su un pochino. Magari trovate alternative di vita più allettanti per voi e più rassicuranti per noi. Che già di guai ne abbiamo da vendere...

Mbuto Utente Vip

29 novembre, 15:38
Parliamone Mariangela, diccelo tu per favore dove li hai visti questi 9 milioni di buco di bilancio.

Insomma...non so nel merito...ma nel metodo sta maggioranza non mi pare così compatta

Hai ragione, Mbuto. Non sono 9milioni, sono 9milioni e 200. Come ha dichiarato il Sindaco proprio oggi. Il deficit è inferiore perché avete aumentato, "verdi" in testa, tasse, imposte e balzelli? Che dire, grazie. Resta il fatto che la Paci ha toppato alla grande, che Mattei andrebbe "esautorato" e che anche la vostra politica "verde" sull'urbanistica e il bilancio è INDECENTE. Passate la mano, ché Senigallia ci guadagnerebbe... Questa giunta e questo sindaco sono palesemente inadeguati! Visibilmente, palesemente, inconfutabilmente, indubitabilmente. Nessun progetto, men che meno il vostro ridicolo sui "fustoli", e una toppata dopo l'altra.

Mbuto Utente Vip

30 novembre, 16:24
A quanto ne so e fino a prova contraria il bilancio 2012 del comune di Senigallia si chiuderà in equilibrio. La Paci ha portato proprio l'altro ieri in consiglio l'ultima variazione. Quello che tu chiami buco di bilancio (i 9 milioni e passa) sono la cifra che occorrerà trovare, tra risparmi e maggiori entrate, nel 2013 rispetto al bilancio 2012, per far fronte agli ulteriori tagli dei trasferimenti e al maggior peso del patto di stabilità. Questo infatti ha dichiarato il Sindaco: "... il tema centrale per il bilancio di previsione 2013: come riuscire, con 9 milioni e 200 mila euro in meno rispetto al 2012, a non smantellare la rete dei servizi sociali, il sistema di promozione turistica e tutela ambientale, il circuito delle eccellenze culturali costruiti in questi anni."
Per cui o hai informazioni diverse da quelle che abbiamo tutti, e nel caso sei pregata di dirle, oppure hai "toppato" tu e allora sarebbe bene che correggessi quanto hai scritto a proposito del “buco di bilancio”.




logoEV