Corinaldo: la Regione finanzia il progetto per la conservazione del patrimonio arboreo

Soldi 2' di lettura 17/10/2012 - Finanziato dalla Regione Marche un progetto del Comune di Corinaldo per la conservazione del patrimonio arboreo, attingendo ai fondi all’uopo stanziati dalla L.R. n.6/05 – art. 20/comma 4 – giusto DGR n. 485/2012.

La regione ha inteso così porre a disposizione risorse economiche destinate, come detto, al sostegno di progettualità specificatamente indirizzate alla manutenzione del patrimonio arboreo di quelle amministrazione comunali che dispongano sul proprio territorio di consistenti emergenze ambientali come, nel caso appunto di Corinaldo, l’area verde di oltre sei ettari di estensione conosciuta come Selva di Boccalupo, già Parco del Geofisico.

A Corinaldo sono stati assegnati 16.000,00 euro, pari al 40% dell’importo del progetto ammesso a finanziamento dalla Regione Marche, progetto tendente alla riqualificazione forestale e manutenzione straordinaria delle essenze arboree presenti per l’appunto presso il citato parco Selva di Boccalupo. Viva soddisfazione è stata espressa ovviamente dal sindaco Principi e dall’Amministrazione Comunale tutta del centro gorettiano il quale potrà beneficiare, aggiunge il sindaco, di questo sostegno economico per dare corpo e seguito ad una progettualità volta alla conservazione di una porzione di verde molto estesa e molto importante per Corinaldo, ma anche alla sua contestuale valorizzazione e promozione come luogo per lo svago e l’attività fisica, nonché dalle evidenti potenzialità turistiche, oltretutto inserito com’è in quell’unicum di peculiarità storiche, artistiche, paesaggistiche ed enogastronomiche che rende Corinaldo un centro leader per qualità della vita e sostenibilità ambientale.

In effetti è intenzione dell’Amministrazione Comunale, in accordo con l’associazionismo locale qualificato, sviluppare al massimo le potenzialità dell’ex Parco del Geofisico, nel quadro della consolidata capacità di Corinaldo di attrarre turisti e visitatori, anche in periodo di bassa stagione, grazie ad un cartellone di manifestazioni e attività che coprono pressoché ininterrottamente l’intero arco dell’anno: dalla programmazione teatrale agli eventi estivi, dalla storica rievocazione della polenta nel pozzo all’imminente festa delle streghe, dal teatro per ragazzi ai beni culturali raccolti e allestiti all’interno della riaperta pinacoteca e della sala del costume e delle tradizioni popolari.

Senza tralasciare ovviamente il culto a diffusione mondiale di Santa Maria Goretti, emblema della cittadina ed anima eletta della cristianità, che convoglia a Corinaldo, annualmente, un flusso ininterrotto di persone provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, sulle tracce di una testimonianza di fede ma anche di luminosissima umanità.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-10-2012 alle 12:52 sul giornale del 18 ottobre 2012 - 1249 letture

In questo articolo si parla di economia, comune di corinaldo, corinaldo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/E4c





logoEV
logoEV